La rete radiotelevisiva BBC sta per lanciare il suo assistente vocale

La rete radiotelevisiva BBC sta per lanciare il suo assistente vocale
di

Dopo Siri, Cortana e Alexa il mercato degli assistenti digitali sembra avere spazio ancora per qualche “voce”. La BBC, rete britannica e pubblica per eccellenza, ha in programma di lanciare il proprio assistente vocale entro il 2020.

Beeb, questo è il nome provvisorio scelto dalla BBC, sarà un’assistente puramente software: la rete non ha intenzione di rilasciare hardware dedicati. L’applicazione potrà essere scaricata attraverso i principali store presenti sulle Smart TV (come iPlayer) e sarà messo a disposizione dei produttori al fine di permettere un’eventuale integrazione di sistema.

“Con il suo assistente vocale, la BBC avrà la libertà di sperimentare nuovi programmi, funzionalità ed esperienze senza i limiti imposti dai software esterni. Inoltre, permetterà alla rete di essere molto più ambiziosa nei contenuti e nelle caratteristiche che gli ascoltatori potranno apprezzare” ha detto un responsabile di BBC al The Guardian.

Beeb sarà in grado di comprendere l’inglese britannico e anche una serie di accenti minori. Per quanto riguarda il tema della privacy, spesso poco trasparente in questo settore, la rete è intervenuta dicendo: “Le persone si fidano e conoscono BBC, quindi la rete utilizzerà il suo ruolo innovatore del servizio pubblico per garantire che tutti, non solo le élite tecnologiche, possano beneficiare dell’accesso ai contenuti e a nuove esperienze con questo nuovo approccio”.

Quanto è interessante?
1