Rete unica fibra ottica, ci siamo: arriva l'accordo TIM-Open Fiber

Rete unica fibra ottica, ci siamo: arriva l'accordo TIM-Open Fiber
di

A pochi giorni dalla pubblicazione della notizia sulla firma dell’accordo tra Tim ed Open Fiber per la rete unica, è arrivata l’ufficialità del memorandum siglato dalle due parti che sancisce in via ufficiale il via al progetto d’integrazione degli asset. La deadline per l’accordo vincolante è fissata al prossimo 31 Ottobre 2022.

Si tratta di fatto di un’ottima notizia, che rende la strada più che spianata alla realizzazione della rete unica per la fibra ottica, dopo anni di indiscrezioni, stop e simili.

Come si può leggere nel comunicato stampa diffuso da Open Fiber, “l’obiettivo del MoU è avviare un processo volto alla creazione di un solo operatore delle reti di telecomunicazioni, non verticalmente integrato, controllato da CDPE e partecipato da Macquarie e KKR, che consenta di accelerare la diffusione della fibra ottica e delle infrastrutture VHCN (Very High Capacity Networks) sull’intero territorio nazionale, permettendo così l’accesso ai servizi più innovativi ed efficienti offerti dal mercato alla generalità della popolazione, agli enti pubblici e alle imprese, contribuendo in tal modo ad uno sviluppo più celere, duraturo e sostenibile del Paese”.

Cassa Depositi e Prestiti dello Stato farà da “regia all’operazione”, ma come sottolineato da CorriereComunicazioni per l’integrazione vera e propria bisognerà attendere ancora un pò. Nella nota si legge infatti che “le parti hanno condiviso che l’operazione possa articolarsi mediante la separazione delle attività infrastrutturali di rete fissa da quelle commerciali di Tim – mediante un’operazione societaria o combinazione di operazioni societarie da definirsi – e l’integrazione delle prime con la rete controllata da Open Fiber con modalità da definirsi”.

Quanto è interessante?
5