Rete unica TIM - Open Fiber: via libera all'emendamento del Decreto Fiscale

Rete unica TIM - Open Fiber: via libera all'emendamento del Decreto Fiscale
di

Movimento 5 Stelle e Lega hanno trovato un punto d'incontro sull'emendamento che potrebbe portare alla creazione della rete unica per la fibra ottica tra TIM ed Open Fiber. La Commissione Finanze del Senato ha infatti dato il via libera ai due emendamenti presentati dai partiti di maggioranza al decreto fiscale.

Secondo quanto affermato dal relatore, le normative incentiveranno l'aggregazione tra le due reti, oltre che la nascita della newco con un sistema tariffario sul modello RAB e Snam. L'AGCOM, dal canto suo potrà favorire tale aggregazione tramite un sistema di remunerazione del capitale, tenendo conto della forza lavoro di entrambe le società e dei possibili trasferimenti. E' chiaro però che da questo fronte saranno necessarie delle discussioni con i sindacati di categorie: SIC CGIL, Fistel Cisl ed UILCOM Uil hanno già espresso preoccupazioni per i possibili 200.000 esuberi.

Il relatore del provvedimento, Emiliano Fenu del Movimento 5 Stelle, si è detto convinto del fatto che l'emendamento aprealla costituzione di una società unica della rete alla quale verrebbero conferite le attuali reti di Tim e Open Fiber. Oggi l’esistenza due società comporta la dispersione di risorse che potrebbero essere usate in maniera molto più efficiente. Una rete unica consente risparmi consistenti nella definizione strategie di investimento nelle reti”.

Il decreto fiscale intanto si appresta ad essere approvato al Senato. L'emendamento approvato in Commissione prevede un coinvolgimento complessivo della rete, con inclusione anche della parte di accesso in rame. La nuova società dovrà essere wholesale-only e controllata da terzi o sotto il controllo di indipendenti.

FONTE: MF
Quanto è interessante?
2