RF-Capture usa i segnali wireless per scovare umani dietro ai muri

di

Il Massachusetts Institute of Technology ha svelato un nuovo device che fa utilizzo dei segnali wireless per captare la presenza di una persona dietro ad un muro. Il dispositivo è noto come RF-Capture e lavora mandando i segnali verso la superficie in esame, che rimbalzano poi sul corpo di chi è nascosto dall'altra parte.

Se la persona si muove, RF-Capture prende alcuni snapshot affinchè possa tracciare la mappa del corpo.
Fa piuttosto impressione il fatto che il dispositivo è attualmente anche capace di discernere persone diverse, di analizzare il pattern della respirazione ed anche il battito cardiaco.

Secondo le dichiarazioni del MIT, vedono RF-Capture un dispositivo ideale per le smart homes, per l'industria cinematografica e per la virtual reality.
Per un film, ad esempio, il device potrebbe essere utilizzato per effettuare il motion capture senza l'utilizzo di sensori per il corpo, ma anche ovviamente il tracking dietro un oggetto generico o un muro, appunto.
In casa, invece, RF-Capture potrebbe servire per sistemare l'intensità delle luci, delle TV e dell'impianto di riscaldamento basandosi su dove siamo.

La tecnologia opera effettuando uno scanning 3D, ma siccome solo alcune parti del corpo umano possono riflettere i segnali wireless, il dispositivo monitora anche in che modo i segnali riflessi variano quando il corpo si muove. Questo permette di seguire la persona mettendo insieme i vari snapshot secondo un algoritmo di riscostruzione.

Vi lasciamo col video del MIT per ulteriori dettagli sul funzionamento.

Quanto è interessante?
0