Ricercatore Google afferma che l'IA si sta avvicinando a pensare come un umano

Ricercatore Google afferma che l'IA si sta avvicinando a pensare come un umano
di

L'intelligenza artificiale è sicuramente uno dei temi più caldi del momento, grazie alle continue scoperte e ai casi studio. I ricercatori, infatti, si stanno avvicinando sempre di più verso quella che in gergo si chiama "intelligenza artificiale forte" (AGI), ovvero un software capace di ragionare e risolvere i problemi.

Secondo il dottor Nando de Freitas, ricercatore capo di DeepMind di Google, l'umanità è apparentemente sul punto di creare questa "nuova forma di IA" nel corso della nostra vita (quindi entro qualche decina di anni). Questa è forse la dichiarazione più audace mai fatta da parte di un dipendente dell'azienda inglese.

"La mia opinione: ora è tutta una questione di scala! Il gioco è finito! Si tratta di rendere questi modelli più grandi, più sicuri, efficienti di calcolo, più veloci nel campionamento, più intelligenti nella memoria. Risolvere queste sfide di ridimensionamento è ciò che fornirà l'AGI", ha dichiarato Freitas. Recentemente, ad esempio, DeepMind ha presentato "Gato", un sistema che è in grado di eseguire centinaia di compiti diversi che vanno dal controllo di un braccio robotico alla scrittura di poesie.

È ancora presto per parlare di AGI, ma molti ricercatori dell'intelligenza artificiale stanno cercando di andare verso questa direzione. La stessa DeepMind non è arrivata al punto di dichiarare Gato come un'IA forte, ma sembra che sia solo questione di tempo - stando alle parole del ricercatore capo.

Voi che ne pensate? Un AGI potrà mai essere possibile? O si tratta solo di una fantasia? Nel frattempo un ex ricercatore Google afferma che si sta cercando di creare Dio.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
2