Ricercatori catturano la luce in un imbuto di fibra ottica

Ricercatori catturano la luce in un imbuto di fibra ottica
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il professor Thomale, insieme al professor Szameit, ha realizzato un imbuto per catturare la luce. Grazie a questo effetto, chiamato light funnel, i ricercatori hanno accumulato la luce in un punto specifico di una fibra ottica lunga 10Km. Il meccanismo alla base di questo effetto è il "non-Hermitian skin effect", scoperto da Thomale nel 2019.

"Sviluppare una teoria per un fenomeno fisico che ispira un esperimento, basato su questo effetto, è uno dei momenti più eccitanti per un teorico," afferma il professor Thomale.

Lo skin effect (o effetto pelle) è la tendenza di una corrente alternata a distribuirsi in modo non uniforme all'interno di un conduttore. Il fenomeno è stato studiato da Thomale nel caso degli stati topologici della materia.

La topologia è una branca principalmente matematica, che negli ultimi anni sta diventando sempre più importante anche in fisica, diventando uno dei più interessanti ambiti di ricerca contemporanei.

Nella scienza dei materiali, la topologia studia alcuni particolari stati della materia quando questa viene portata vicino allo zero assoluto. I ricercatori si aspettano che questi materiali portino a delle innovazioni tecnologiche, come nel caso di questi materiali quantistici.

"L'accumulo di luce ottenuto grazie al light funnel può essere la base per nuovi rivelatori ottici, permettendo applicazioni mai pensate prima," spiega Thomale. Secondo il professore, questa tecnologia è solamente il punto di partenza di nuove ed entusiasmanti ricerche.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
1