Ricercatori sempre più vicini nel produrre carburante dall'idrogeno

Ricercatori sempre più vicini nel produrre carburante dall'idrogeno
di

Stando a quando descritto in un nuovo articolo pubblicato su Nature Communications, i ricercatori del Ben-Gurion University of the Negev e del Technion Israel Institute of Technology hanno scoperto un metodo per avviare il meccanismo chimico che consentirà lo sviluppo di un nuovo e più efficiente processo fotochimico per la produzione di idrogeno a partire dall'acqua.

Uno delle principali problematiche in cui sono incappati i membri del team, durante lo svolgimento delle reazioni chimiche, è stata la mancanza di energia sufficiente a portarle a termine: Recentemente hanno annunciato che tramite l'utilizzo dell'energia solare si potrebbe ottenere l'energia necessaria a portare a termine il processo. E questo è un bene perché permetterebbe al processo di svolgersi in maniera "naturale", invece di svolgersi mediante l'utilizzo di grandi quantità di fonti di energia artificiale, o l'impiego di metalli preziosi come catalizzatori. La produzione di idrogeno non emette gas serra, ma il processo ha finora richiesto più energia di quella generata e di conseguenza ha una appetibilità commerciale molto limitata.

Secondo il team guidato dai ricercatori del BGU, il Dr. Arik Yochelis, il Dr. Iris Visoly-Fisher ed il Prof. Avner Rothschild del Technion, "Questa scoperta potrebbe avere un impatto significativo sugli sforzi da applicare per sostituire i carburanti a base di carbonio con carburanti a idrogeno più rispettosi dell'ambiente. I produttori di automobili cercano di sviluppare veicoli a idrogeno considerati efficienti e rispettosi dell'ambiente e, diversamente dalle auto elettriche, consentono un rapido rifornimento di carburante e un chilometraggio prolungato".

La produzione di idrogeno richiede la scissione di molecole di acqua (H2O) in due singoli atomi di idrogeno ed un atomo di ossigeno, e il risultato era ottenuto solo dopo una grande spesa energetica. Dopo anni di esperimenti durante i quali il laboratorio del Prof. Rothschild non era in grado di superare "l'ostacolo energetico", si sono avvalsi dell'aiuto del Dr. Yochelis e Visoly-Fisher per analizzare meglio il problema. E ci stanno riuscendo.

"Al di là della svolta scientifica, abbiamo dimostrato che il meccanismo di reazione fotoelettrochimica è correlato alla famiglia di reazioni chimiche per cui il Prof. Gerhard Ertl è stato insignito del Premio Nobel per la Chimica nel 2007", afferma il dott. Yochelis del dipartimento Alexandre Yersin della BGU di energia solare e fisica ambientale. "La nostra scoperta apre nuove strategie per i processi fotochimici", Conclude ottimisticamente.

Vi avevamo recentemente parlato della questione, nella news relativa allo sviluppo di un materiale con la proprietà di trasformare l'acqua in combustibile idrogeno.

FONTE: phys
Quanto è interessante?
8

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it