Ricercatori trovano delle falle di sicurezza nei fitness tracker

di

Non c'è pace nemmeno per i fitness tracker. Alcuni ricercatori di sicurezza, infatti, hanno dimostrato che tutti i rilevatori per il fitness presenti sul mercato non sono esenti da problemi. In un rapporto pubblicato gli stessi affermano che dei malintenzionati potrebbero rilevare la posizione degli utenti attraverso Bluetooth.

Inoltre, le companion app dei Garmin, Jawbone, Withings e Xiaomi non effettuano alcun tipo di crittografia per i dati personali degli utenti.
Nella relazione i ricercatori affermano che dispositivi come l'Apple Watch, il Fitbit Charge HR ed il Mio Fuse sono i più sicuri del mercato. Marchi come Fitbit, Intel e Mio hanno avuto dei colloqui con la società che ha diffuso il rapporto allo scopo di incrementare ulteriormente la sicurezza dei braccialetti.
Chiaramente però vulnerabilità del genere sono meno gravi rispetto al furto delle informazioni bancarie o altro, ma necessitano comunque di un'approfondita analisi da parte dei produttori che sicuramente hanno l'interesse di mettere a disposizione degli utenti dei dispositivi sicuri.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0