Riconoscimento facciale di Amazon identifica 28 membri del Congresso come criminali

Riconoscimento facciale di Amazon identifica 28 membri del Congresso come criminali
di

L'American Civil Liberties Union ha messo alla prova il grado di efficienza di Rekognition API, la tecnologia per il riconoscimento facciale sviluppata da Amazon, ed i risultati sono stati tutt'altro che soddisfacenti.

I volontari hanno fatto scansionare al sistema i volti di tutti gli 535 membri del Congresso, per poi metterli a confronto con 25000 foto segnaletiche pubbliche. Ovviamente, come sarebbe lecito aspettarsi, nessuno dei 535 politici appariva nella immagini, eppure la tecnologia per il riconoscimento facciale di Amazon ha identificato ben 28 di essi come dei "criminali". Un risultato del tutto inaspettato, che mette in forte discussione le potenzialità di questo sistema, soprattutto alla luce del fatto che è ampiamente usato dagli organi di polizia.

"Una identificazione operata da questa tecnologia, che sia accurata o meno, potrebbe costare la libertà - ed in alcuni casi la vita - a cittadini innocenti. Il Congresso dovrebbe seriamente prendere in considerazione le minacce nate dall'uso di queste nuove tecnologie, ed emanare una nuova legge che regoli l'adozione del riconoscimento facciale" commenta l'ACLU.

Immediata la risposta di Amazon, che attraverso un portavoce ha fatto sapere che i pessimi risultati del test sono dovuti ad una errata calibrazione dei valori del sistema, impostati sull'80% (sufficiente per riconoscere foto di oggetti, animali e poco altro) invece che sul più consono 95%, molto più adatto a prendere in esame casi più complessi e ad individuare le persone con un grado di accuratezza adeguato.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
6

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!

Riconoscimento facciale di Amazon identifica 28 membri del Congresso come criminali