Vi ricordate della possibile esplosione di Betelgeuse? C'è una nuova teoria

Vi ricordate della possibile esplosione di Betelgeuse? C'è una nuova teoria
di

Il leggendario telescopio spaziale Hubble potrebbe aver risolto il mistero della stella Betelgeuse. Il corpo celeste, che molti pensavano stesse per esplodere, ha attirato l'attenzione degli astronomi di tutto il mondo nell'autunno del 2019, quando la sua luminosità iniziò a diminuire inaspettatamente.

Tuttavia, la luminosità del corpo celeste è tornata normale ad aprile, lasciando stupiti gli addetti ai lavori. Allora, cos'è successo? In poche parole, del plasma surriscaldato era stato rilasciato dalla stella attraverso una grande "bolla" centinaia di volte le dimensioni del nostro sole. Quando la stella ha espulso questa grande quantità di materiale caldo composto da gas, il materiale si è raffreddato dopo aver raggiunto gli strati esterni dell'astro, formando una nuvola di polvere che ha bloccato un quarto della luce stellare.

La capacità ultravioletta di Hubble gli consente di vedere gli strati più caldi della stella, che non possono essere visti nella luce visibile. Questi strati superano gli 11.000 gradi Celsius. Gli astronomi non sono sicuri di cosa abbia causato l'espulsione del materiale della stella, ma potrebbe aver avuto qualcosa a che fare con il normale ciclo di Betelgeuse.

"Sappiamo che altre stelle luminose più calde perdono materiale e si trasforma rapidamente in polvere rendendo la stella molto più debole. Ma in oltre un secolo e mezzo, questo non è mai successo a Betelgeuse. È davvero unico". Dopo Hubble, gli esperti hanno studiato la supergigante rossa con la sonda NASA Solar TErrestrial RElations Observatory (STEREO).

Le osservazioni di questa estate mostrano che la stella sta nuovamente sperimentando un oscuramento inaspettato. "Betelgeuse subisce in genere cicli di luminosità della durata di circa 420 giorni e, poiché il minimo precedente è avvenuto nel febbraio 2020, questo nuovo calo luminoso è in anticipo di oltre un anno", ha dichiarato Andrea Dupree, ricercatore capo e direttore associato dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics.

Alcuni astronomi ipotizzano che il comportamento della stella preceda una supernova. Astronomicamente parlando, data la distanza della stella (700 anni luce), questo evento di oscuramento attuale è avvenuto nel 1300, ma siamo solo adesso in grado di osservare questi cambiamenti. Dupree e colleghi osserveranno Betelgeuse nuovamente alla fine di agosto e all'inizio di settembre. "Nessuno sa come si comporta una stella nelle settimane prima che esploda", continua lo scienziato. "È probabile, tuttavia, che non esploda durante la nostra vita, ma chi lo sa?"

FONTE: nasa
Quanto è interessante?
4
Vi ricordate della possibile esplosione di Betelgeuse? C'è una nuova teoria