Ecco una ricostruzione facciale di un'adolescente di più di 30.000 anni fa

Ecco una ricostruzione facciale di un'adolescente di più di 30.000 anni fa
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nella grotta di Mladeč, in quella che oggi è la Repubblica Ceca, alla fine del 19° secolo gli archeologi trovarono un teschio di essere umano. Utilizzando delle tecniche forensi i ricercatori pensavano che il cranio fosse di un maschio e avesse 31.000 anni. La data è giusta, ma il sesso è sbagliato.

Oggi, quasi un secolo più tardi, gli scienziati hanno riesumato il reperto archeologico. Nel corso della loro indagine, sicuramente molto più all'avanguardia rispetto all'epoca della scoperta, il team di ricercatori ha scoperto che il cranio apparteneva in realtà a una ragazza di 17 anni vissuta tra 43.000 e 26.000 anni fa.

Utilizzando degli strumenti di grafica 3D e tecniche per ricostruire il suo viso, inoltre, si sono anche ottenute delle immagini sul possibile aspetto dell'adolescente neolitica. Durante il loro lavoro di costruzione del viso, gli esperti hanno avuto un problema abbastanza impattante: il teschio non aveva la mascella inferiore.

Per riempire gli spazi vuoti, quindi, i ricercatori hanno raccolto 200 scansioni da esseri umani moderni e scavi archeologici e hanno utilizzato dei metodi statistici per trovare la forma della mascella che si adattava meglio al cranio della ragazza di Mladeč. Sebbene nello scavo originario siano stati trovati manufatti in pietra, punte ossee e diversi denti, non sappiamo nulla sul conto dell'adolescente.

FONTE: zmescience
Quanto è interessante?
4
Ecco una ricostruzione facciale di un'adolescente di più di 30.000 anni fa