Rimodulazione TIM: aumentano i costi di attivazione da Febbraio

di
Continuano gli annunci dal mercato delle telecomunicazioni, che nelle ultime settimane è stato investito da un vero e proprio terremoto a seguito dell'approvazione da parte del Parlamento della delibera che ha reintrodotto il sistema di fatturazione a 30 giorni, che di fatto ha costretto tutti gli operatori ad adeguarsi, tra le critiche generali.

Nella giornata di oggi arriva un'altra spiacevole sorpresa. TIM, infatti, ha annunciato una pesante rimodulazione, che entrerà in vigore dal prossimo mese di Febbraio.

Dal 5 Febbraio, infatti, tutti coloro che avranno intenzione di attivare una nuova promozione sulle proprie schede SIM, effettuare la portabilità a TIM o semplicemente acquistare una nuova scheda, saranno costretti a pagare una cifra superiore per l'attivazione.

I costi di attivazione, infatti, saliranno fino a 25 Euro, cinque Euro in più rispetto a quelli precedenti. Ad annunciare la novità ci ha pensato lo stesso operatore telefonico che, però, non ha svelato le ragioni che si celano dietro questa decisione.

La cosa certa è che si tratterà di un'altra rimodulazione che farà discutere gli utenti, già alle prese con le proteste scatenate dopo l'annuncio di tutti gli operatori telefonici di spalmare il costo dei canoni precedentemente previsti su una base di 13 mensilità su 12 bollette, portando ad un aumento complessivo dell'8,6 per cento di ogni singolo canone, una scelta che aveva fatto infuriare anche l'AGCOM, che a quanto pare avrebbe aperto un fascicolo per fare chiarezza.

Quanto è interessante?
1