di

Giovedì scorso è stata una giornata di caos in Microsoft, a causa di quello che a prima vista potrebbe sembrare un banale errore di un dipendente che, però, ha interessato migliaia di impiegati, i quali hanno dovuto fare i conti con una catena di email indesiderate.

Tutto è cominciato quando un dipendente ha inviato un messaggio di posta elettronica a tutti coloro che si occupano della gestione dell'account Github di Microsoft. Ironia della sorte, il messaggio originale aveva lo scopo di avvisare il personale su come modificare le impostazioni della piattaforma per ottenere meno notifiche possibili.

L'email ha però raggiunto un numero spropositato di persone: 11.543 per essere precisi, come vi mostriamo nel filmato presente in calce e pubblicato da un utente su YouTube per aiutare i colleghi. L'aspetto più preoccupante è dato dal fatto che nel giro di poche ore il messaggio ha amplificato i danni, dal momento che alcune persone hanno fatto un errore ancora più grossolano, utilizzando il pulsante "rispondi a tutti" per chiedere di essere rimossi dalla catena.

Microsoft si è rifiutata di commentare, ma come osservato dal Business Insider ricorda il leggendario incidente di Bedlam DL3 del 1997 che scatenò un'apocalisse simile e che mise ko i server di posta interni della società.

FONTE: BI
Quanto è interessante?
9