Ritrovati i resti di 17 antichi romani decapitati, ma il motivo è un mistero

Ritrovati i resti di 17 antichi romani decapitati, ma il motivo è un mistero
di

In tre cimiteri romani a Knobb's Farm nel Cambridgeshire, nel Regno Unito, sono stati scoperti un totale di 17 scheletri decapitati risalenti a circa 1.700 anni fa. Secondo gli archeologi che hanno effettuato gli scavi potrebbero essere stati giustiziati per aver violato le leggi romane, ma altri studiosi non sembrano essere d'accordo.

Lo studio è stato pubblicato il 19 maggio sulla rivista Britannia, e i cimiteri contengono le sepolture di 52 persone; mentre i 17 corpi decapitati includono quelli di nove uomini e otto donne tutti di età superiore ai 25 anni. Durante il terzo e il quarto secolo, il numero di crimini capitali aumentò drammaticamente nell'impero romano. Proprio per questo motivo gli studiosi pensano che siano stati giustiziati.

"Durante il terzo e il quarto secolo, le pene previste dal diritto romano divennero costantemente più severe. Il numero di crimini che comportavano la pena di morte crebbe da 14 all'inizio del terzo secolo a circa 60 dalla morte di Costantino nel 337 d.C.", scrivono i ricercatori nel loro articolo. La maggior parte dei cadaveri trovati aveva la testa collocata accanto i loro piedi.

Inoltre, nonostante la decapitazione, queste persone vennero sepolti con vasi di terracotta e in alcuni casi furono posti in delle bare. "Secondo la legge romana, la famiglia e gli amici potevano richiedere la restituzione del corpo di un criminale giustiziato per la sepoltura", scrive il team. Così si potrebbe spiegare il motivo di queste "degne sepolture", nonostante queste persone fossero state giustiziate.

LiveScience ha quindi contattato degli studiosi in merito alla questione e coloro che hanno risposto alla richiesta di delucidazioni hanno espresso un parere discordante da quello affermato dal team dello studio. Secondo Simon Cleary, professore emerito di archeologia romana presso l'Università di Birmingham nel Regno Unito, la fattoria di Knobb non si trovava vicino a nessuna grande città.

Una legge fatta da un imperatore a Roma era difficile da far rispettare in un luogo lontano. "Se [queste esecuzioni] fossero il risultato di tale legislazione, allora ci si aspetterebbe di trovare sepolture con esecuzioni, in particolare decapitazioni, in tutto l'impero. Questo semplicemente non accade. Le sepolture per decapitazione sono quasi interamente limitate alla Gran Bretagna", continua Cleary.

É possibile quindi che queste persone fossero state giustiziate... ma non a causa delle leggi dell'impero romano. Insomma, ci troviamo di fronte a un "mistero" che molto probabilmente non risolveremo mai. A proposito di scheletri: è ancora un mistero il lago pieno di resti umani in Himalaya, mentre adesso sappiamo il motivo dell'esistenza di questa fossa comune Maya piena di scheletri.

Quanto è interessante?
4
Ritrovati i resti di 17 antichi romani decapitati, ma il motivo è un mistero