La Russia dichiara guerra alle VPN: già bloccate 20, ma nel mirino ce ne sono altre

La Russia dichiara guerra alle VPN: già bloccate 20, ma nel mirino ce ne sono altre
di

Dall’inizio della guerra in Ucraina, la Russia ha messo in campo una serie di misure che hanno limitato in maniera importante la libertà d’espressione ed i media. Gli utenti però, come abbiamo avuto modo di riportare su queste pagine, si sono affidati ai servizi di VPN, ma la pacchia potrebbe essere finita.

Il boom di download di VPN in Russia potrebbe di fatto rivelarsi inutile in quanto, come riferisce l’agenzia di stampa Interfax, il Servizio Federale per la Supervisione delle comunicazioni, tecnologia, informazione e mass media (Roskomnadzor) ha già bloccato circa 20 servizi di VPN in Russia. La repressione però non è destinata a concludersi qui, come spiegato dal Presidente del Comitato per la Politica dell’Informazione della Duma, Alexander Khinshtein.

Ad oggi, circa 20 VPN popolari in Russia sono state bloccate, e continueranno ad essere bloccate” ha affermato Khinshtein su Duma TV.

Le misure di Roskomnadzor funzionano, le VPN vengono bloccate ogni giorno. Non è un compito semplice, ma lo sta portando avanti” ha affermato durante un’intervista in merito alle restrizioni imposte dalla Russia nei confronti dei social network di Meta. Tutti ricorderanno infatti che dallo scorso 14 Marzo 2022 Instagram è stato bloccato in Russia in risposta al cambio di policy di Meta sull’hate speech.

FONTE: Interfax
Quanto è interessante?
5