Russia, hacker violano i siti di alcuni tribunali: chiesto l'impeachment di Putin

Russia, hacker violano i siti di alcuni tribunali: chiesto l'impeachment di Putin
di

Mentre l’Ucraina ha messo in campo 300mila hacker volontari per combattere Putin, è stato annunciato che i siti web di alcuni tribunali arbitrali in alcune regioni russe sono finiti nel mirino di un gruppo di hacker che ha chiesto formalmente l'impeachment del presidente della Russia ed un processo all'Aja.

Ad essere prese di mira sono state le corti della Siberia ed Estremo Oriente, i cui siti web hanno smesso di funzionare per un breve lasso di tempo. Successivamente è stata la volta dei tribunali arbitrali di Primorsky, Krasnoyarsk e Khabarovsk, delle regioni di Novosibirsk e Kursk, di Mosca e di cinque regioni del Distretto Federale degli Urali.

La notizia è stata rilanciata dalla Radio Svoboda, mentre la portavoce della Corte Arbitrale di Primorsky Krai, Inga Sorokina, parlando con Ria Novosti ha spiegato che i siti web in questione si trovano su un’unica piattaforma di Mosca e per tale ragione l’attacco ha interessato a cascata tutte le pagine. Non sono stati colpiti i tribunali delle giurisdizioni generali, che si trovano su un’altra piattaforma.

Nella giornata di ieri, intanto, Anonymous ha violato i sistemi di un’azienda russa legata all’energia nucleare. Il gruppo di hacktivisti è stato tra i più attivi da questo fronte ed ha dichiarato guerra a Putin subito dopo l'invasione dell'Ucraina.

Quanto è interessante?
8