Samsung al lavoro per risolvere i problemi di surriscaldamento dello Snapdragon 820

di

A quanto pare, Samsung starebbe realmente prendendo in considerazione l'idea di portare nei negozi ben tre varianti del Galaxy S7, con altrettanti tipi di processori diversi. Oltre all'Exynos, che sarà progettato e prodotto in casa, però, il gigante coreano sta lavorando anche sullo Snapdragon 820.

In particolare, secondo quanto riportato dal Business Korea, Samsung starebbe facendo ogni sforzo possibile per risolvere i problemi di surriscaldamento del chipset e cercare di ottimizzarlo. La società sta anche sviluppando una patch da rilasciare entro la fine del mese per modificare il programma di controllo del microprocessore. Se questo passaggio non dovesse risolvere il problema, l'azienda potrebbe virare su altri tipi di soluzioni a livello hardware per migliorare la dissipazione del calore. La certezza però è data dal fatto che Samsung sembra essere quanto mai determinata a perseguire questa via.
Lo Snapdragon 820 è in fase di produzione con il processo FinFET a 14 nanometri di Samsung, che garantirà performance al di sopra della concorrenza, un fattore che è destinato ad avere un impatto anche sulle vendite del Galaxy S7. La società sostiene che lo S820 offrirà un miglioramento delle prestazioni del 40% sia a livello grafico che di potenza.

FONTE: SamMobile
Quanto è interessante?
0