Samsung conferma: gaming passione trasversale tra italiani, da smartphone a PC

Samsung conferma: gaming passione trasversale tra italiani, da smartphone a PC
di

Complice la pandemia di COVID-19 che per molti mesi ci ha costretti a rimanere chiusi in casa, il gaming è diventato un hobby e una passione dalla diffusione sempre più notevole. Uno studio condotto da Samsung Electronics Italia, in collaborazione con GWI, ha notato la trasversalità di questi momenti di svago, sia per età che per periferiche.

Gli esiti dello studio in questione sono stati pubblicati tramite comunicato stampa dalla stessa Samsung; l’analisi è stata condotta su un campione di 570 utenti tra i 16 e i 64 anni e ha consentito di scoprire dettagli interessanti sul mercato. Per quanto riguarda la passione per il gaming in generale, il 42% del campione si è detto d’accordo nell’affermare che dedicarsi ai videogiochi è una forma di intrattenimento, assimilabile quindi alla scelta di seguire una serie TV, guardare un film o leggere un libro. Il 36,8% si ritiene rilassato mentre gioca, oltretutto, mentre il 33% circa afferma che i videogiochi sono una sfida con sé stessi. Tuttavia, il 20% è anche certo che il gaming non sia fondamentale nella propria vita e rimanga un momento di svago.

Le periferiche preferite? Il 62,2% preferisce smartphone e tablet e, nel 54% circa di casi, sono le fasce d’età 45-54 e 55-64 a preferire questi strumenti. Il segmento 25-34 predilige la combinazione TV + Console, mentre monitor da gaming e PC sono la terza combinazione preferita dal campione del sondaggio. Tra i prodotti giudicati essenziali per vivere al meglio l’esperienza di gioco non mancano poi mouse e tastiera da gaming adeguati (rispettivamente per il 22% e il 20% dei rispondenti) e il 21,9% necessita di una sedia da gaming ergonomica.

Per quanto riguarda le tempistiche, il 23,7% del campione preso in esame afferma di dedicare al gaming più tempo di quanto non facesse prima della pandemia, specialmente nel segmento 16-24. L’importanza dei videogiochi all’interno delle attività riguardanti il tempo libero e lo svago è evidente: il 29,5% del campione afferma di giocare ai videogiochi 2-3 volte a settimana. Tutti i giorni giocano, invece, il 27,8% del target maschile e il 20,5% di quello femminile. Il momento preferito per il gaming? La sera, nella fascia oraria 19-22, per circa il 25% del campione, con preponderanza nella fascia 25-34 (oltre il 31%) e 29,8% nel caso della fascia 45-54. Il sabato e la domenica, poi, sono le giornate perfette secondo il 47% del campione.

Interessante notare, infine, come le sessioni di gioco rimangano un momento privato, ovvero principalmente gaming in solitaria, per il 51% dei rispondenti circa. A preferire ciò sono specialmente le donne (52,9%) con prevalenza nella fascia 35-44 (57,6%). Questo è dovuto non tanto dal disinteresse verso la compagnia di altre persone, bensì dal fatto che spesso chi gioca ama, contemporaneamente, ascoltare musica o mangiare e bere.

E a proposito di gaming e Samsung, vi rimandiamo a una nostra guida sui monitor Samsung migliori della gamma Odyssey.

FONTE: Samsung
Quanto è interessante?
1