Samsung conferma: niente TV OLED a breve termine, punterà sul MICROLED

di
Samsung, al CES di Las Vegas, dopo aver mostrato The Wall, ha svelato i propri piani per il mercato delle televisioni.

A breve termine, il gigante coreano continuerà a puntare sulla tecnologia QLED, che grazie ad alcuni miglioramenti porterà a nuovi picchi di luminosità (superiori ai 2000 nits), notevoli miglioramenti dei livelli di nero e di retroilluminazione, faranno evolvere notevolmente il mercato. A ciò si aggiungerà anche l'utilizzo di un software d'intelligenza artificiale che contribuirà a migliorare le immagini.

A lungo termine, invece, Samsung continuerà a puntare su una nuova tecnologia battezzata MICROLED, che permetterà alla compagnia di scavalcare del tutto i pannelli OLED. Samsung, di fatto, non porterà sul mercato alcun televisore con pannello OLED, ma nel corso dell'anno appena iniziato punterà direttamente sulla tecnologia MICROLED.

Le TV a MICROLED si basano su una tecnologia di auto-emitting simile ai televisori OLED, in cui ogni chip incorpora i colori RGB. Alla luce di tutto ciò, non vi sarà alcuna necessità di utilizzare filtri di colore, ma la parte più interessante è rappresentata dal fatto che questi televisori saranno in grado di generare picchi di luminosità fino a 2000 nits (il doppio rispetto ai televisori OLED), bianchi più luminosi, neri migliori e colori più naturali.

Inoltre, gli schermi MICROLED si caratterizzano per una resa maggiore in termini di durata ed efficacia, oltre che a livello di efficienza luminosa. Un esempio lampante è rappresentato appunto da "The Wall", il mastodontico televisore da 146 pollici in 8K.

Quanto è interessante?
5