Samsung denunciata dall'Australia per la resistenza all'acqua degli smartphone

Samsung denunciata dall'Australia per la resistenza all'acqua degli smartphone
di

Nuova grana per Samsung. La Commissione Australiana per la Concorrenza dei Consumatori, infatti, ha denunciato Samsung per pubblicità ingannevole. Come riportato da Repubblica, i legali sostengono che la casa coreana avrebbe mentito sulla resistenza all'acqua dei propri smartphone.

In una nota diffusa oggi dall'Autorità, i legali sostengono che la società asiatica avrebbe fornito "rappresentazioni false ed ingannevoli" nelle pubblicità dei propri smartphone, che vengono mostrati come resistenti all'acqua ed utilizzabili in piscina e mentre si fa surf, quindi anche resistenti all'acqua salata e quella con cloro.

Samsung rischia una multa milionaria a causa di 300 spot contestati, andati in onda da Febbraio del 2016, la data di lancio del Galaxy S7, in poi.

L'ACCC sostiene che l'azienda non potrebbe pubblicizzare in quel modo i propri prodotti in quanto non avrebbe testato l'effettiva resistenza degli smartphone in acque diverse da quella dolce. Inoltre, a Samsung viene anche contestato il fatto che la garanzia non copre i danni causati da acqua.

Da parte del colosso della Corea del Sud al momento non sono arrivate risposte in merito, ma come sottolineato da molti sulla pagina ufficiale del Galaxy S10 è indicato che non è consigliato l'uso in spiaggia o in piscina.

E' probabile che nella giornata di oggi arrivi qualche risposta da Samsung.

Quanto è interessante?
7