di

Presentato ufficialmente da appena una settimana, Samsung Galaxy S21 continua a essere al centro dei riflettori per via delle sue innumerevoli qualità. Sul mercato, il nuovo flagship sudcoreano è arrivato in due varianti di chip, Qualcomm Snapdragon 888 ed Exynos 2100, e in Europa è alimentato dal nuovo processore a 5 nm di Samsung.

La variante Europea di Samsung Galaxy S21 in termini assoluti si comporta bene ed è un ottimo dispositivo sotto tutti i punti di vista. Il nuovo processore Samsung ha degnamente sostituito lo sfortunato Exynos 990, ma come si comporterà fianco a fianco col gemello con chip Qualcomm?

Il video confronto di SpeedTest G mostra come il nuovo processore Samsung riesca a prevalere in termini assoluti di calcolo, con una performance CPU leggermente migliore. Ciò su cui invece mostra le sue debolezze sono invece le attività miste e i processi a carico della scheda video, mostrando come la Adreno 660 dello Snapdragon 888 sia decisamente superiore da questo punto di vista rispetto alla Mali-G78 dell'Exynos 2100.

Nel complesso quindi il SoC americano riesce ancora a prevalere sul nuovo processore Samsung, ma le differenze sono davvero minime, se non impercettibili. L'obiettivo di Samsung era quello di poter fornire un'alternativa valida al processore di Qualcomm e soprattutto superare le enormi lacune del suo SoC della scorsa generazione.

Per guardare più da vicino il nuovo Samsung Galaxy S21, vi consigliamo di dare un'occhiata alle nostre prime impressioni.

FONTE: WCCFTECH
Quanto è interessante?
2
Samsung Galaxy S21: Exynos 2100 e Snapdragon 888 a confronto in un video