Samsung, Galaxy Z Fold 3 sostituirà i notch anteriori con un modulo pop-up?

Samsung, Galaxy Z Fold 3 sostituirà i notch anteriori con un modulo pop-up?
di

Il lancio sul mercato dello smartphone pieghevole Samsung Galaxy Z Fold 2 5G avvenuto a settembre ha svelato il possibile futuro di questo tipo di dispositivi, ma il colosso sudcoreano non vuole affatto fermarsi qui: online sono infatti apparsi i primi segnali del successore Galaxy Z Fold 3, che potrebbe avere in dotazione una fotocamera pop-up.

A svelare questo dettaglio sono stati i colleghi di SamMobile, i quali avrebbero scoperto un brevetto di pochi giorni fa pubblicato dal WIPO (World Intellectual Property Office) e presentato dall’azienda a metà aprile 2020. Nei disegni presenti nei documenti, di cui vi lasciamo un esempio in calce all’articolo, si può osservare nel dettaglio un prototipo molto simile all’attuale Galaxy Z Fold 2 con la differenza che il dispositivo non ha ritagli Infinity-O che ospitano la fotocamera nel display copertina, anzi i sensori anteriori si trovano all’interno di un modulo pop-up che si alza da una metà del foldable.

Altre bozze ancora rivelano uno smartphone che nasconde il modulo all’interno dell’altra metà, o altrimenti la possibile sostituzione delle fotocamere posteriori (o forse una loro integrazione con sensori aggiuntivi) sempre tramite tale modulo.

L’obiettivo è chiaramente quello di rendere la gamma di smartphone pieghevoli sempre più innovativa e appetibile per una fascia di utenti ancora più larga rispetto a quella attuale, offrendo dispositivi con funzionalità inedite e in grado di rendere obsolete le offerte della concorrenza. Un’altra idea potrebbe essere quella della fotocamera sotto al display, apparsa per la prima volta al mondo nello smartphone ZTE Axon 20 5G ma per Samsung ancora irraggiungibile causa limitazioni tecniche. Il modulo pop-up, già visto nel Galaxy A80, potrebbe essere un’alternativa comunque interessante, trattandosi di uno smartphone pieghevole.

Prima di rendere quei brevetti realtà, l’azienda sudcoreana dovrà comunque pensare ai costi e al rapporto rischi/benefici dell’implementazione di tale tecnologia: innovare il Galaxy Z Fold 3 in questo modo significherebbe aumentare il prezzo di vendita all’utente e rinunciare alla classificazione IP, rendendo allo stesso tempo il dispositivo più suscettibile ai danni.

Insomma, per quanto interessante il modulo pop-up necessiterà ancora di tante analisi da parte degli esperti di casa Samsung, che intanto stanno lavorando anche alla prossima serie Galaxy S21 di fascia alta, di cui sono trapelate tante informazioni interessanti sulla scheda tecnica della variante Ultra.

FONTE: SamMobile
Quanto è interessante?
3
Samsung, Galaxy Z Fold 3 sostituirà i notch anteriori con un modulo pop-up?