Samsung Italia: "noi favorevoli e aperti a collaborare ad una legge sull'obsolescenza"

Samsung Italia: 'noi favorevoli e aperti a collaborare ad una legge sull'obsolescenza'
di

Samsung Italia ritorna sul DDL sull'obsolescenza programmata attualmente in fase di discussione nella Commissione Industria del Senato. Durante l'audizione del 16 luglio l'azienda aveva mostrato una certa perplessità nei confronti dell'articolo che vuole estendere la garanzia a 5 anni. Oggi Samsung chiarisce le sue posizioni con un comunicato.

"Ci preme innanzitutto precisare —scrive l'ufficio stampa di Samsung— che la nostra società è favorevole al DDL, in special modo a che sia fornita a livello legislativo una definizione di obsolescenza programmata chiara, precisa e bilanciata, che non demandi a terzi l'interpretazione dell'ambito di applicazione e tale da contemperare gli interessi sia del consumatore, sia del produttore".

L'azienda cerca la collaborazione con il legislatore, parlando di un approccio "assolutamente positivo e costruttivo", ma anche "ideologicamente scevro da alcun preconcetto".

Aumento dei prezzi con l'estensione della garanzia a 5 e 10 anni? "Sono considerazioni generali che abbiamo formulato agli onorevoli Senatori che stanno lavorando all’esame della bozza di testo di legge, non abbiamo minacciato ne lanciato avvertimenti, abbiamo attentamente valutato ogni articolo affinché le nostre osservazioni possano risultare utili alla realizzazione di un testo che garantisca effettivamente prodotti all’avanguardia e a costi sostenibili per il consumatore e per noi produttori".

Samsung conferma quindi la sua perplessità su una disposizione —quella sulla garanzia— che, secondo l'azienda, rischia di danneggiare in primo luogo i consumatori: "è facilmente desumibile e rilevabile che i prezzi dei prodotti potrebbero plausibilmente aumentare significativamente, a detrimento prima del produttore, quindi del consumatore così come la disposizione che prevede l'obbligo per il produttore di garantire parti di ricambio per 5 anni successivamente alla cessazione della commercializzazione del bene."

Samsung ha anche spiegato come la sicurezza dei suoi prodotti sia una sua priorità. "Vogliamo che sia trasparente ai consumatori che la sicurezza non è un elemento accessorio, bensì requisito basilare si dalla ideazione dei prodotti". E, ancora, "gli aggiornamenti che vengono rilasciati, sempre preventivamente verificati e testati, non hanno alcun impatto sull'hardware ma solo sulla componente software". E anche per questo Samsung si dice favorevole "a questo tipo di regolamentazione, affinché la parola aggiornamento non sia preda di manipolazioni interpretative errate e fuorvianti per il consumatore."

Altro punto importante per Samsung è che sia individuato chiaramente l'autorità che dovrà vigilare sul rispetto della norma, così come la natura delle sanzioni per i trasgressori.

Quanto è interessante?
4