Samsung: i prossimi smartphone saranno tutti dotati di chipset Exynos?

Samsung: i prossimi smartphone saranno tutti dotati di chipset Exynos?
di

A inizio ottobre era emerso un rumor circa l'intenzione, da parte di Samsung, di abbandonare i chip Snapdragon e Dimensity per i suoi smartphone, concentrandosi solo sugli SoC Exynos prodotti "in casa". La transizione verso l'uso dei soli chipset Exynos non sarebbe tuttavia semplice, e verrebbe complicata dalla crisi dei semiconduttori.

In particolare, il report emerso online la scorsa settimana sui chipset utilizzati dagli smartphone Samsung nel 2022 sembrava dare l'idea di un passo indietro sulla politica di autosufficienza in termini di SoC dell'azienda coreana: su circa 60 device previsti per il 2022, infatti, ben 31 avranno ancora un chipset Snapdragon e altri 14 saranno dotati di componenti prodotte da MediaTek.

Fino ad oggi, d'altro canto, la maggioranza degli smartphone Samsung ha utilizzato chipset Snapdragon, tanto che persino i prossimi device flagship dell'azienda come il Galaxy S22 potrebbero avere un SoC non-Exynos. Al momento, in particolare, il colosso coreano si serve di Qualcomm per le sue soluzioni di fascia medio-alta e di MediaTek per quelle di fascia bassa.

Secondo un nuovo report di Electronic Times, però, le cose dovrebbero cambiare in futuro: Samsung starebbe infatti puntando a raddoppiare o triplicare il numero di smartphone Exynos in circolazione, raddoppiando a sua volta la capacità della linea produttiva dei suoi chipset mobile.

La ragione di questa scelta parrebbe essere la crisi dei semiconduttori: la carenza di Snapdragon 888, infatti, ha imposto il posticipo di Samsung Galaxy S21 FE a gennaio 2022, nonostante il device fosse stato programmato per ottobre 2021. Quanto accaduto con l'S21 FE avrebbe generato frizioni tra il produttore coreano e Qualcomm, spingendo Samsung a decidere di "fare di testa propria" e dotarsi di chip proprietari per tutta la propria gamma di smartphone di fascia alta.

FONTE: GizChina
Quanto è interessante?
2