Samsung pubblica un video per controllare la presenza di "burn-in" sui display OLED

Samsung pubblica un video per controllare la presenza di 'burn-in' sui display OLED
di

Samsung utilizza i display OLED sui propri smartphone ma non ha ancora iniziato a farlo per i propri smart TV, preferendo l'uso di LCD e della tecnologia proprietaria QLED. Proprio in virtù di questo fatto, il colosso coreano ha pubblicato un video che spiega agli utenti come controllare la presenza di burn-in sui propri TV OLED.

Per chi non lo sapesse, il burn-in è uno dei problemi più comuni dei display OLED e consiste, in parole povere, ad una perdita di colore dei pixel causato dalla staticità delle immagini. Nel video viene mostrata una schermata di colore rosso per 10 secondi e successivamente vengono indicati gli effetti di un ipotetico burn-in. Nel caso lo stesso fenomeno fosse presente sul proprio TV, Samsung invita gli utenti a contattare l'assistenza tecnica. Un'evidente trovata di marketing che tenta di spingere l'utenza verso i "meno problematici" (e soprattutto, proprietari) pannelli QLED. Specifichiamo comunque che il burn-in è un fenomeno meno diffuso di quanto si possa pensare e che la sua presenza, nel caso foste soggetti al problema, è evidente anche dopo pochi secondi. In ogni caso, con qualche accortezza (come per esempio una giusta regolazione della luminanza) gli artefatti del burn-in possono essere limitati.

Insomma, nonostante Samsung abbia annunciato il futuro utilizzo della tecnologia QD-OLED anche per i propri smart TV di fascia alta, la società di Seul sembra non voler abbandonare l'attuale produzione di pannelli QLED e LCD.

FONTE: engadget
Quanto è interessante?
10
  • https://www.youtube.com/watch?time_continue=38&v=y4mDMEb5trY