Samsung, Sharp, Hitachi ed altri produttori di LCD costretti a pagare un totale di 539 milioni di dollari per aver volontariamente fatto aumentare i prezzi di mercato dei dispositivi

di

Sembra essere la stagione delle cause antitrust, gente. All'inizio di questo mese, Sharp, Samsung, Hitachi ed altri produttori di LCD si erano offerti di pagari 388 milioni di dollari. Per cosa? Piccolo flashback: Le aziende in questione hanno collaborato per garantire un'aumento di prezzi dei display LCD venduti tra il 1999 ed il 2006. Ora, queste stesse sette aziende hanno trovato l'accordo per "evitare" la causa, mettendo sul piatto circa 539 milioni di dollari. Samsung, Sharp e Chimei si spartiranno la fetta più grossa di spesa, spendendo rispettivamente 240 milioni, 115 milioni e 110 milioni, mentre le altre aziende pagheranno ciascuna tra i 2,8 e i 39 milioni, per i loro (presunti) metodi anticoncorrenziali. Naturalmente l'accordo non è definitivo fintanto che non riceverà la benedizione del tribunale, ma probabilmente questo accordo verrà raggiunto senza troppi intoppi.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0