Sangue d'oro: meno di 50 persone nel mondo hanno questo gruppo sanguigno super raro

Sangue d'oro: meno di 50 persone nel mondo hanno questo gruppo sanguigno super raro
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Sapevate che nel mondo esiste un gruppo sanguigno condiviso da meno di 50 persone? È noto scientificamente come Rh null ed è conosciuto popolarmente come “sangue d’oro”, proprio per la sua estrema rarità. Per capire perché Rh null è così unico, è doveroso un ripasso dei fondamenti sui gruppi sanguigni.

Tutti conoscono i quattro gruppi sanguini principali: A, B, AB e 0. Questa identificazione si basa sulla presenza degli antigeni A e B; infatti, chi ha un blood type 0 non ha nessuno dei due antigeni, mentre chi ha un gruppo sanguigno AB li ha entrambi. Oltre a questo fattore, ci sono specifiche proteine chiamate fattore Rh(D) che determinano se il blood type è negativo (-) o positivo (+).

Un’altra cosa che tutti sanno è che una persona può donare sangue solo a qualcuno con antigeni sanguigni compatibili. Facciamo un esempio: un soggetto con sangue Rh− può offrirlo a entrambi i riceventi Rh− e Rh+, poiché chi ha Rh− non ha la “proteina fastidiosa”. Di conseguenza, quelli con sangue Rh+ non possono donare ai riceventi Rh−.

Caso particolare è il sangue negativo di tipo 0, che non ha nessuno degli antigeni menzionati; ergo, è considerato come il gruppo sanguigno universale. Questa grossolana e frettolosa spiegazione, come già spiegato, ha solo la finalità di farvi comprendere al meglio la specialità del sangue d’oro.

Rh null si chiama così perché è letteralmente privo di antigeni Rh. Le persone con questo blood type non hanno le istruzioni genetiche per costruire queste proteine. La prima scoperta di sangue dorato è avvenuta nel 1961, in una donna indigena australiana. Oggi sono stati confermati solamente 43 casi.

Il nostro gruppo sanguigno lo abbiamo ereditato e i soggetti che hanno Rh null non sono un’eccezione: questo risultato si ottiene quando c’è una mutazione nel gene RHCE ereditato da ciascun genitore; quando una persona eredita due copie di un gene mutato è un fenomeno noto come eredità autosomica recessiva.

In termini di donazione, il sangue d’oro è considerato “universale” per chiunque abbia gruppi sanguigni rari all’interno del sistema Rh, in quanto è assente qualsiasi antigene che potrebbe allertare il sistema immunitario. Questo significa che Rh null ha un enorme potenziale in termini di trasfusione di sangue; non a caso, è sato utilizzato dalla ricerca biomedica per la realizzazione di farmaci a base di immunoglobuline, impiegati per prevenire la malattia da Rhesus, cioè una condizione in cui i globuli del bambino grembo sono attaccati dagli anticorpi del sangue della madre.

C’è ovviamente un “ma”, come nel gruppo 0 Rh−: se un portatore di Rh null necessita di una trasfusione di sangue, qualsiasi gruppo sanguigno, anche quello “universale” poc’anzi citato, risulterà inadatto a causa della grande concentrazione di antigeni Rh.

FONTE: IFLScience
Quanto è interessante?
6