Sappiamo qualcosa in più sul mistero del fulmine gigante che ha raggiunto lo spazio

Sappiamo qualcosa in più sul mistero del fulmine gigante che ha raggiunto lo spazio
di

Nel 2018 un evento ha sorpreso i ricercatori: un fulmine gigantesco si è scatenato sulla Terra durante un temporale in Oklahoma. L'evento era così potente che trasportava una carica 100 volte maggiore del fulmine medio di un temporale e ha raggiunto all'incirca gli 80 chilometri in aria, quasi il confine ufficiale dello spazio esterno.

Nonostante questo non sia stato il primo "fulmine gigante" osservato, è risultato essere due volte più potente degli altri. Così recentemente i ricercatori della Georgia Tech sono stati in grado di dare uno sguardo dettagliato al fulmine, ottenendo preziose informazioni sul fenomeno grazie a diversi strumenti che sono stati in grado di catturare il potente evento (a proposito, sapete che esistono anche i fulmini oscuri?).

"Siamo stati in grado di mappare questo gigantesco fulmine in tre dimensioni con dati di altissima qualità", ha affermato Levi Boggs, ricercatore presso il Georgia Tech Research Institute, coautore di un nuovo articolo pubblicato sulla rivista Science Advances. "Abbiamo visto sorgenti ad altissima frequenza (VHF) sopra la cima della nuvola, che non erano state viste prima con questo livello di dettaglio."

L'evento, inoltre, era anche peculiare perché avveniva durante un temporale sopra terra invece che sul mare, dove sono molto più comuni. Ciò potrebbe suggerire il motivo per cui si formano: poiché la tempesta sembrava essere priva di fulmini, potrebbe essersi creato un accumulo di cariche nelle nuvole che hanno creato le condizioni per dar vita a questi colossali fulmini... che a volte vengono chiamanti anche "superbolt".

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
2