Sbiancamento dei coralli: scoperti batteri capaci di salvare le barriere coralline

Sbiancamento dei coralli: scoperti batteri capaci di salvare le barriere coralline
di

Lo sbiancamento del corallo è un fenomeno di espulsione delle alghe che lo abitano, provocato dall'innalzamento delle temperature oceaniche. Questo evento porta alla morte ampie superfici delle barriere coralline. Un recente studio, però, ha individuato alcuni batteri che potrebbero prolungare la vita dei coralli dopo i processi di sbiancamento.

Secondo i ricercatori della KAUST, si tratta di un preparato microbico, costituito da batteri benefici (BMC), da fornire alla barriera corallina prima dell’avvento di un’ondata di alta temperatura. Il preparato, grazie alla migliore tolleranza allo stress fornita da questi batteri, potrebbe permettere ai coralli di riprendersi efficacemente una volta passato il fenomeno perturbante.

Il team, dopo aver scelto alcune specie batteriche prelevate dal corallo Mussusmilia hispida, li ha usati per testare la loro efficacia benefica sui coralli. Questi ultimi sono stati esposti a stress termico, aumentando la temperatura fino a 30 gradi per dieci giorni. Dopo aver monitorato e comparato i dati sulla salute dei coralli esposti ai batteri con quelli di una popolazione sottoposta a soluzione salina placebo, i ricercatori non hanno riscontrato differenze apprezzabili in un primo momento.

In merito a ciò, Erika Santoro, autrice principale dello studio, ha affermato "A quel punto dell'esperimento, ho pensato, beh, OK, stiamo vedendo risposte simili tra i trattamenti" e continuando "Ma poi, dopo aver abbassato la temperatura, abbiamo osservato un colpo di scena dal gruppo che abbiamo trattato con BMC probiotico . È stata davvero una bella sorpresa".

I batteri, infatti, hanno avuto una notevole efficacia nel ristabilire la popolazione inoculata dopo che la temperatura è stata abbassata, aumentando il recupero e la sopravvivenza dei coralli. Alla luce di questi dati, i ricercatori ipotizzano che questi batteri aiutino a smorzare gli effetti del disturbo da stress post calore a cui sono soggetti i coralli, ristabilendo i normali equilibri fisiologici una volta che l’evento è passato. I coralli, inoltre, hanno incorporato senza problemi alcuni dei batteri benefici nel loro pull microbico.

La scoperta di questi efficaci "ricostituenti naturali" rappresenta un valido strumento per ovviare a un grave problema causato dallo sconvolgimento climatico, permettendo di ristabilire intere popolazioni soggette alle ondate di calore. I ricercatori, però, fanno notare che non sarà il solo mezzo con cui combattere il fenomeno, invitando ad agire per salvaguardare queste specie vitali per l’ecosistema marino, diminuendo l’emissione di gas serra e cambiando l’impatto dell'attività umana sulla barriera corallina e sugli oceani.

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
5