Scarcerato a sorpresa il vicepresidente di Samsung Jay Lee

di
Il vicepresidente di Samsung nonché erede della società Jay Y. Lee è stato scarcerato dopo che un tribunale della Corea del Sud ha sospeso la sua condanna per corruzione.

Lee, il cui padre è il presidente di Samsung, è stato precedentemente condannato a cinque anni dopo essere stato riconosciuto colpevole di appropriazione indebita e fuga di capitali. La sua condanna è stata ridotta a 2,5 anni oggi in appello, e gli è stato concesso di partire per un periodo di prova della durata di quattro anni, stando a Bloomberg.

Lee era stato arrestato per la prima volta nel febbraio 2017 e aveva scontato quasi un anno di detenzione. La sua assenza non ha influito sul business di Samsung, che ha pubblicato una serie di rendimenti finanziari da record nell'ultimo anno. Ciò ha comportato un guadagno di circa 69 miliardi di dollari relativi alla sua divisione chipset nel 2017.

Lee era stato arrestato con l'accusa di aver pagato tangenti a un consulente dell'ex presidente Park Geun-hye in cambio di favori politici volti a consolidare la sua posizione all'interno di Samsung Electronics. Secondo il New York Times, avrebbe dato un totale di 36 milioni di dollari al consulente segreto di Park per ottenere il sostegno del governo per una fusione tra due sussidiarie di Samsung. Park fu messo sotto accusa e sollevato dall'incarico.

FONTE: TechCrunch
Quanto è interessante?
4
Scarcerato a sorpresa il vicepresidente di Samsung Jay Lee