Schmidt: le intelligenze artificiali devono disporre di sistemi di verifica

di

Il presidente di Google, Eric Schmidt, è stato un importante sostenitore degli investimenti nel campo dell'intelligenza artificiale applicata alle ricerca, ma è stato anche coinvolto in prima persona nello sviluppo delle automobili automatizzate.

Nel nuovo numero del proprio editoriale per il Time Magazine, Schmidt loda i progressi registrati in questo campo, ma avverte tutti che in futuro l'approccio dovrà essere diverso.
L'importante dirigente della compagnia di Mountain View infatti chiede ai produttori di seguire delle linee guida molto semplice: dell'IA ne dovrebbero beneficiare quante più persone possibili, in modo tale che diventi un bene comune, ma afferma anche che le intelligenze artificiali devono essere “aperte, responsabili e socialmente impegnate” e devono evitare qualsivoglia “risultato indesiderato” come la sostituzione dei posti di lavoro, che per Google è un aspetto fondamentale e di primaria importanza. E' per questo che il presidente di Alphabet ha chiesto un confronto con i concorrenti.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0