La scienza ha allungato la vita di un nematode del 500%

La scienza ha allungato la vita di un nematode del 500%
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Lo studio e la manipolazione di due specifiche vie metaboliche ha allungato la vita di un verme nematode, di appena un millimetro di lunghezza, di un mese, ovvero del 500%.

La specie che è stata studiata è un nematode di nome Caenorhabditis elegans e per la scienza è un organismo modello. Ma la moda qui non c’entra nulla: organismo modello vuol dire, infatti, che è semplice da studiare e che condivide con altre specie, per esempio, delle vie metaboliche che, una volta studiate sull’organismo modello, possono essere adattate ad organismi più complessi. Ed è proprio su questo piccolo verme, che ama vivere sul terreno dove le foglie iniziano a marcire, che gli scienziati hanno intrapreso uno studio per combattere l’invecchiamento. La ricerca, pubblicata su Cell Reports, analizza due ben specifiche vie metaboliche che, se modificate, agiscono per allungare la vita di questo verme non più lungo di un millimetro.

Queste due vie metaboliche, come ci dicono gli scienziati dello studio, instradano la cellula a seguire due modalità diverse: una che possiamo chiamare di mantenimento, di manutenzione, ed una che, invece, favorisce la crescita. Queste due vie metaboliche si chiamano ISS e TOR e, se modificate singolarmente, aumentano la longevità dei vermi, rispettivamente, del 100% e del 30%. Ma è quando vengono modificate insieme che danno il meglio di loro, aumentando la longevità dei nematodi del ben 500%! Queste due vie metaboliche sono sinergiche, il che vuol dire che, quando lavorano insieme, il risultato che si ottiene è maggiore rispetto a quando agiscono in maniera indipendente l’una dall’altra.

Se si dovesse fare un raffronto con l’uomo, l’aumento della durata della vita del nematode avrebbe corrisposto ad un aumento della vita dell’uomo di circa cinque secoli. Una cifra veramente impressionante ma, tuttavia, come ci dicono gli esperti, per gli esseri umani è tutto più complesso. Tuttavia lo studio di queste due vie metaboliche potrebbe gettare le basi per aumentare, in futuro, la vita media degli esseri umani.

Quanto è interessante?
3