Gli scienziati hanno modificato in modo sicuro i genomi di pazienti affetti da cancro

Gli scienziati hanno modificato in modo sicuro i genomi di pazienti affetti da cancro
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Gli scienziati statunitensi sono riusciti a modificare geneticamente il sistema immunitario di tre persone affette da cancro utilizzando il metodo CRISPR, già usato in uno studio per combattere l'HIV, senza dare alcun tipo di effetto collaterale.

Il risultato rappresenta sicuramente un importante step perché dimostra che questa tecnica non è pericolosa nonostante gli scarsi effetti avuti sul tumore.

I ricercatori dell’Università della Pennsylvania hanno rimosso le cellule T dal sangue dei pazienti e hanno utilizzato il metodo CRISPR, una tecnica di editing genetico, per eliminare i geni dalle cellule che potrebbero interferire con la capacità del sistema immunitario di combattere il cancro.

Hanno quindi usato un virus come vettore per ricodificare i linfociti T ed indurli ad attaccare una proteina specifica trovata sulla membrana delle cellule tumorali chiamata NY-ESO-1, dopo di che hanno infuso nuovamente queste cellule nei pazienti.

Il ricercatore Edward Stadtmauer ha dichiarato che la terapia con le cellule T, in cui il sistema immunitario di una persona viene sfruttato per distruggere il tumore è il passo in avanti più importante fatto negli ultimi dieci anni nel campo dell'oncologia, ma sfortunatamente anche con questo metodo ci sono ancora molti pazienti che non rispondono alle cure. L’idea alla base dei prossimi studi sarà quella di combinare questa terapia con il metodo CRISPR e rendere i linfociti T ancora più potenti.

"Questa volta potrebbero non esserci stati grandi risultati clinici ma la cosa più importante di questo studio è che siamo stati in grado di eseguire questa procedura molto complessa senza nessun tipo di effetto indesiderato per il paziente" ha poi concluso Stadtmauer.

Quanto è interessante?
6