Scienziati osservano le meravigliose forme dei campi magnetici di una galassia lontana

Scienziati osservano le meravigliose forme dei campi magnetici di una galassia lontana
di

La maggior parte delle galassie dell'Universo, così come anche la Via Lattea, sono a spirale. Ma in che modo si è creata questa iconica forma? Grazie a delle nuove osservazioni di una struttura di questo tipo gli scienziati sono vicini a saperlo.

I campi magnetici svolgono un ruolo importante nel modellare queste galassie. Grazie allo Stratospheric Observatory for Infrared Astronomy (SOFIA), gli scienziati hanno misurato i campi magnetici lungo i bracci a spirale della galassia NGC 1068 o M77. "I campi magnetici sono invisibili, ma possono influenzare l'evoluzione di una galassia", afferma Enrique Lopez-Rodriguez dell'Ames Research Center della NASA. "Abbiamo una buona comprensione dell'influenza della gravità sulle strutture galattiche, ma stiamo appena iniziando a capire il ruolo dei campi magnetici."

La galassia M77 si trova a 47 milioni di anni luce di distanza nella costellazione della Balena. Al suo centro, è possibile trovare un buco nero supermassiccio due volte più grande di quello nel cuore della nostra galassia, Sagittarius A*. Le osservazioni a infrarossi di SOFIA rivelano ciò che gli occhi umani non possono: campi magnetici che seguono da vicino i bracci a spirale riempiti di stelle appena nate.

L'allineamento del campo magnetico, così come pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal, si estende su tutta la lunghezza del braccio, lungo circa 24.000 anni luce. Ciò implica che anche le forze gravitazionali che hanno creato la forma a spirale della galassia stanno comprimendo il suo campo magnetico, supportando la teoria delle onde di densità.

"Questa è la prima volta che vediamo campi magnetici allineati su così grandi scale", dichiara Lopez-Rodriquez. "È sempre emozionante avere prove a supporto delle teorie". Queste osservazioni sono state rese possibili grazie al nuovo strumento di SOFIA, l'Airborne Wideband Camera-Plus (HAWC+) che utilizza la luce a infrarosso lontana per osservare i granelli di polvere cosmica che si allineano perpendicolarmente lungo le linee del campo magnetico.

Lo studio non è finito qua. Il team di ricerca, infatti, vuole condurre osservazioni su altre galassie simili e con forme irregolari. Magari, un giorno, gli scienziati studieranno anche il misterioso Oggetto di Hoag, una galassie a forma di "ciambella".

FONTE: nasa
Quanto è interessante?
6
Scienziati osservano le meravigliose forme dei campi magnetici di una galassia lontana