Scienziati pensano a creazione 'banca della cacca', a cosa servirebbe?

Scienziati pensano a creazione 'banca della cacca', a cosa servirebbe?
di

A quanto pare le nostre feci hanno un valore estremamente importante agli occhi degli scienziati: dopo l’azienda dettasi disposta a pagare 1.500 Dollari al mese per donazioni di feci, una recente ricerca ha evidenziato la potenziale necessità della creazione di una “banca della cacca”. Ma a cosa servirebbe?

A evidenziare questa necessità è stato il biologo Yang-Yu Liu dell'Università di Harvard, il quale ha guidato uno studio scientifico pubblicato su Trends in Molecular Medicine riguardante i trapianti fecali. Questi ultimi, infatti, negli ultimi anni si sono dimostrati una soluzione importante per trattamenti COVID-19, esperimenti anti-invecchiamento negli animali e altri esperimenti promettenti.

Per chi non lo sapesse, nei pazienti umani questa tecnica prevede il trasferimento del microbiota fecale da un individuo sano a un'altra persona per trattare infezioni, infiammazioni intestinali e anche per combattere un’ampia gamma di malattie. Per fare ciò, però, servono campioni di feci delle persone quando sono giovani e in buona salute e conservarli per un uso futuro in una struttura di crioconservazione, così da assicurare ai pazienti un trapianto futuro, quando necessario.

Ciò significa dare vita a una “banca di feci”: “Concettualmente, l'idea del deposito delle feci per la FMT autologa è simile a quando i genitori accumulano il sangue del cordone ombelicale del loro bambino per un possibile uso futuro. Tuttavia, esiste un maggiore potenziale per la raccolta delle feci e prevediamo che la possibilità di utilizzare campioni di feci sia molto più alta rispetto al sangue del cordone ombelicale”, ha affermato Yang-Yu Liu.

A oggi esiste già una banca di feci chiamata OpenBiome nel Massachusetts, ma servirebbero molte più strutture simili in tutto il mondo per trapianti eterologhi e autologhi. Il coautore ed epidemiologo Scott T. Weiss dell'Università di Harvard ha osservato quanto segue: “Le FMT autologhe hanno il potenziale per curare malattie autoimmuni come asma, sclerosi multipla, malattie infiammatorie intestinali, diabete, obesità e persino malattie cardiache e invecchiamento. Ci auguriamo che questo documento offra alcune prove a lungo termine di FMT autologhe per prevenire le malattie”.

Tra l’altro, sapevate che un parassita nelle feci feline può renderci attraenti?

Quanto è interessante?
2