Scienziati trovano concentrazione più alta di sempre di microplastiche sul fondo del mare

Scienziati trovano concentrazione più alta di sempre di microplastiche sul fondo del mare
di

Oltre 10 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica entrano nel mare ogni anno. Un dato terrificante, vero? Ma c'è dall'altro: in realtà noi vediamo solo l'1% di questa plastica; la porzione che galleggia sulla superficie dell'oceano. Quello che succede al 99% restante non è ancora chiaro.

I detriti di plastica vengono gradualmente suddivisi in frammenti sempre più piccoli nell'oceano, fino a formare particelle più piccole di 5 millimetri, le cosiddette "microplastiche". Recentemente, gli esperti hanno trovato fino a 1.9 milioni di pezzi di microplastica in uno strato di 5 cm di spessore che copre solo un metro quadrato, i più alti livelli mai registrati sul fondo dell'oceano.

Le materie plastiche che una volta galleggiavano possono affondare man mano che vengono ricoperte di alghe o se legate con altri minerali appiccicosi e materia organica. Ricerche recenti hanno dimostrato che i fiumi trasportano anche microplastiche nell'oceano e gli esperimenti di laboratorio hanno rivelato che valanghe di sedimenti sottomarini giganti possono trasportare queste minuscole particelle lungo i canyon a profondità maggiori.

Nello specifico, gli esperti hanno condotto esperimenti presso il nostro Mar Tirreno, e studiato le correnti di fondo che scorrono vicino al fondo del mare. Queste correnti sono guidate dalle differenze nella salinità e nella temperatura dell'acqua come parte di un sistema di circolazione oceanica che attraversa il globo. Hanno estratto dei campioni dal fondo del mare e li hanno poi esaminati in laboratorio: la maggior parte delle microplastiche trovate sul fondo del mare sono fibre di vestiti e tessuti.

Queste correnti oceaniche profonde trasportano anche acqua ossigenata e sostanze nutritive, il che significa che i punti caldi del fondo marino in cui si accumulano le microplastiche possono anche ospitare importanti ecosistemi.

Quanto è interessante?
3