Gli scienziati vogliono sondare le atmosfere di Urano e Nettuno

Gli scienziati vogliono sondare le atmosfere di Urano e Nettuno
di

Sono passati decenni da quando una sonda ha visitato Urano e Nettuno. Questo significa che adesso, grazie alle nuove scoperte e tecnologie, sembra il momento più opportuno per tornare vicino i due pianeti che non hanno un visitatore dai tempi del Voyager 2 nel 1986 e nel 1989.

"I materiali disponibili, i filtri, i rilevatori elettronici, il calcolo del volo, la gestione e l'elaborazione dei dati sono migliorati", ha detto Shahid Aslam, progettista di hardware presso il Goddard Space Flight Center della NASA nel Maryland. "Abbiamo una tecnologia migliore, è chiaro che è ora di sviluppare la prossima generazione di strumenti per le future sonde di ingresso atmosferico."

Nello specifico, Aslam e colleghi vogliono creare un nuovo dispositivo simile a quello della missione Galileo su Giove, che ha studiato in modo approfondito il gigante gassoso e alcuni suoi satelliti. Dopo otto anni ad osservare il sistema di Giove, la sonda è stata poi fatta schiantare sul pianeta.

Questo sacrificio non è stato vano, perché grazie ad un dispositivo chiamato radiometro a flusso netto, gli scienziati sono riusciti a comprendere meglio l'atmosfera di Giove. Aggiornando e adattando il radiometro, per resistere alle atmosfere dei due giganti di ghiaccio, Aslam e il suo team sperano di potersi avvicinare ad Urano e Nettuno.

Gli scienziati potrebbero così studiare le particolari atmosfere del pianeta, adesso possibile perché tecnologia è diventata molto più potente e, sopratutto, molto più piccola. La NASA però non ha in programma, almeno per adesso, una missione del genere.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
6