Sciopero Amazon: stabilimento di Piacenza regolarmente al lavoro

di
Nonostante lo sciopero indetto dalle principali sigle sindacali del nostro paese, che nei comunicati diffusi dovrebbe interessare 4.000 dipendenti, lo stabilimento di Castel San Giovanni in provincia di Piacenza di Amazon sarebbe regolarmente al lavoro.

A rivelarlo un articolo pubblicato qualche ora fa dal Sole 24 Ore, secondo cui, nonostante il sit-in di protesta organizzato davanti al centro di distribuzione italiano del gigante di Seattle da parte dei sindacati, che già da questa mattina hanno esposto bandiere e striscioni davanti ai cancelli, all'interno le attività di spedizione e smistamento dei pacchi si starebbero svolgendo regolarmente.

I lavoratori assenti, infatti, rappresenterebbero solo il 10% della forza totale, ma all'appello manca ancora la valutazione dei giustificativi.

I dipendenti diretti sarebbero 1.600, a cui si aggiungo gli interinali assunti da Amazon proprio per il periodo natalizio ed il Black Friday, che dovrebbero essere circa 2.000, un numero addirittura superiore a quello di ogni giorno, nonostante la forte protesta annunciata qualche giorno fa.

Nel frattempo, è arrivato il sostegno di altre sigle sindacali. Annamaria Furlan, della CISL, ha twittato il "pieno sostegno della Cisl ai lavoratori di Amazon che scioperano oggi. Giusta la protesta di Fisascat e Felsa. Il lavoro non è una merce. Non va calpestata la dignità dei lavoratori. Amazon apra un confronto con il sindacato per corrette relazioni industriali, stabilità occupazionale, salari dignitosi", mentre secondo il segretario della UIL, Carmelo Barbagallo, "quello odierno in Amazon è il primo grande sciopero nell'epoca dell'impresa 4.0. E ha un valore simbolico enorme perché sia chiaro che il progresso, l’innovazione e la modernità non devono andare a scapito dei diritti e degli interessi dei lavoratori".

Nelle prossime ore dovrebbero arrivare i dati ufficiali sull'adesione, che almeno al momento sarebbe considerata "soddisfacente" dai sindacati.