Scontro Enac - Ryanair: "Viola le norme anti-Covid, pronti a stop dei voli"

Scontro Enac - Ryanair: 'Viola le norme anti-Covid, pronti a stop dei voli'
di

Nelle ultime ore si è aperto un nuovo fronte di scontro nel settore dei viaggi aerei. L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile infatti si è detto pronto a sospendere le attività di Ryanair a causa delle presunte violazioni delle norme anti-Covid da parte della compagnia aerea low-cost.

In una missiva inviata anche all'autorità irlandese e ripresa da Repubblica, l'ENAC spiega che "in merito alle ripetute violazioni delle norme sanitarie anti Covid-19, in vigore, disposte dal Governo italiano a protezione della salute dei passeggeri", è pronta ad attuare "la sospensione di ogni attività di trasporto aereo negli scali nazionali, chiedendo al vettore di provvedere, contestualmente, alla riprotezione di tutti i passeggeri già in possesso di titolo di viaggio".

Alla base della contestazione il fatto che le Direzioni Aeroportuali degli scali in cui opera Ryanair nel nostro paese hanno riscontrato "sistematicamente non si attiene alle disposizioni previste in Italia per limitare il rischio sanitario derivante dal coronavirus a bordo degli aeromobili in partenza e in arrivo negli aeroporti nazionali. Non solo non viene osservato l'obbligo del distanziamento tra i passeggeri, ma anche le condizioni che consentono la deroga a tale distanziamento sono disattese". L'ENAC è anche pronta ad attuare un provvedimento che obbligherà Ryanair a riempire solo il 50% degli aerei ma, qualora dovesse venire accertata l'ulteriore inosservanza delle regole, è anche pronta a sospendere le attività in Italia.

Immediata è arrivata la risposta di Ryanair, che ha rigettato al mittente le accuse: "Ryanair è da sempre impegnata a garantire il massimo livello di sicurezza per i propri passeggeri ed equipaggi. Le misure di "Volare Sicuri" di Ryanair sono in linea con le raccomandazioni e le prescrizioni di sicurezza stabilite dal governo Italiano e dall'Agenzia europea per la sicurezza (EASA) e dal Centro europeo per il controllo delle malattie (ECDC). Queste includono quanto segue: tutti i passeggeri sono invitati ad effettuare il check-in online, mentre il processo di imbarco avviene ora in modalità contactless, per evitare contatti non indispensabili negli aeroporti. Ryanair ha implementato una specifica procedura di imbarco per evitare assembramenti non necessari di passeggeri sia ai gate, sia a bordo dell'aeromobile. Ryanair limita inoltre rigorosamente i bagagli per ridurre ulteriormente il rischio di assembramenti mentre questi vengono riposti nelle cappelliere. Ryanair offre un servizio di bordo ridotto, accetta solo pagamenti contactless per ridurre ulteriormente l'interazione. All'arrivo, il nostro equipaggio istruisce i passeggeri sulle procedure per garantire che durante lo sbarco non si verifichino assembramenti non necessari" ha affermato la compagnia low-cost, che ha anche precisato come a bordo dei suoi aerei sia obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuali. Inoltre, continua Ryanair, tutti gli aerei sono dotati di filtra HEPA.

Quanto è interessante?
5