Scoperta una nuova forma di plutonio con una particolarità: è stabile

Scoperta una nuova forma di plutonio con una particolarità: è stabile
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Un team di studiosi del laboratorio tedesco Helmholtz Zentrum Dresden-Rossendorf (HZDR) ha trovato un nuovo tipo di plutonio utilizzando l'ESRF, il famoso sincrotrone. Cosa ha di particolare questo plutonio? possiede uno stato di ossidazione pentavalente, è solido e, cosa più importante, è stabile.

Il problema dello stoccaggio delle scorie nucleari non è di poco conto, ad esempio il Giappone sta affrontando un grave problema di stoccaggio. Una ricerca ha mostrato come il plutonio sia trasportato dalle acque sotterranee, da siti contaminati, per chilometri, sotto forma di colloidi. Il team, guidato dall'HZDR, studia solitamente la chimica degli attinidi in condizioni ambientali rilevanti, sintetizzando tali composti e osservandone il comportamento elettronico e strutturale con varie tecniche. L'ultimo lavoro, incentrato sul plutonio, ha portato alla scoperta di una nuova forma stabile chimicamente di quest'ultimo.

Kristina Kvashnina, fisica dell'HZDR, assieme al suo team, stava cercando di creare nanoparticelle di plutonio utilizzando diversi precursori. Quando ha usato il precursore Pu (VI), qualcosa non è andato come previsto durante la formazione delle nanoparticelle di diossido di plutonio. Kvashnina ha poi commentato "Ogni volta che creiamo nanoparticelle dagli altri precursori Pu(III), (IV) o (V) la reazione è molto rapida, ma qui abbiamo osservato uno strano fenomeno".

Il team di chimici dell'Università Statale di Mosca è rimasto assolutamente attonito, quando hanno esaminato i dati. Dati che mostravano una forma di Pu stabile chimicamente. Kvashnina ha commentato dicendo che "I chimici erano completamente increduli, ma i risultati erano abbastanza chiari". Gli esperimenti hanno confermato l'ipotesi iniziale, e una ripetizione tre mesi dopo ha anche dimostrato una stabilità a lungo termine. Alla fine mettendo assieme tutti i dati e i test la nuova fase Pu (V) è stata confermata.

Molti scienziati lavorano sulla previsione di ciò che potrebbe accadere alle scorie nucleari in milioni di anni. "È un compito difficile e sono possibili solo previsioni teoriche, ma l'esistenza di questa nuova fase solida di Pu(V), che è stabile, dovrà essere presa in considerazione d'ora in poi. Cambierà, di sicuro le previsioni teoriche sul comportamento del plutonio nell'ambiente per un periodo dell'ordine dei milioni di anni", conclude Kvashnina. Incredibile come si arrivi a risultati nuovi anche in campi dove meno ci aspetteremmo di trovarne.

FONTE: Phys.org
Quanto è interessante?
8