di

Dopo aver scoperto le più recenti app Android infette da malware, pare che ci sia un altro exploit in grado di far tremare gli utenti con smartphone che utilizzano il sistema operativo di Big G. Un ricercatore sembra infatti aver scoperto un sistema per bypassare la schermata di blocco di Android sui device Pixel.

La notizia arriva da BleepingComputer, che cita il ricercatore David Schutz come lo scopritore della falla, che sarebbe stata confermata funzionare su tutti gli smartphone delle serie Pixel 6 e Pixel 5. Il sistema permette a chiunque conosca la procedura di accedere alla homescreen dello smartphone senza passare per l'inserimento di alcuna password, PIN o sequenza numerica sulla schermata di blocco.

Il sistema richiede solo pochi minuti per aggirare le misure di sicurezza di Android, e presenta un procedimento a cinque step, peraltro piuttosto semplici, che trovate riportati nel video in cima a questa notizia. Fortunatamente, sembra che Google si sia accorta della vulnerabilità prima che essa diventasse di dominio pubblico, dal momento che essa è stata risolta con l'aggiornamento di novembre di Android su smartphone Pixel.

Non è chiaro se qualcuno abbia utilizzato attivamente l'exploit (magari per accedere ai dati di telefoni rubati) senza renderlo noto, dal momento che, secondo Schutz, esso sarebbe stato presente su Pixel 6 e Pixel 5 per almeno sei mesi. A quanto pare, poi, il bug prescinderebbe dalla versione del sistema operativo utilizzata, colpendo smartphone Pixel con Android 10, 11, 12 e 13.

Ovviamente, a limitare il problema vi è il fatto che la procedura può essere svolta solo possedendo fisicamente lo smartphone che si desidera colpire: in altre parole, nessuno potrà accedere da remoto al vostro device tramite questo exploit. Tuttavia, in caso di furto la falla potrebbe aggiungere ulteriori problemi per chi viene derubato, dando a chi entra in possesso dello smartphone la possibilità di accedere ai dati del suo legittimo proprietario, compresi magari conti bancari e carte di credito.

FONTE: PhoneArena
Quanto è interessante?
2