La scoperta di questo pianeta super-Gioviano ha sconcertato gli scienziati

La scoperta di questo pianeta super-Gioviano ha sconcertato gli scienziati
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I ricercatori del Max Planck Institute for Astronomy hanno scoperto un nuovo esopianeta simile a Giove. Si tratta del pianeta super-Gioviano più giovane mai scoperto, ma possiede delle caratteristiche particolari che gli scienziati non sono attualmente in grado di spiegare.

L'oggetto celeste HD 114082 b si trova nella costellazione del Centauro, a 310 anni luce dalla Terra. Orbita una stella giovane, ad una distanza pari a circa la metà di quella che c'è fra la Terra e il nostro Sole. Nonostante abbia una dimensione comparabile a quella di Giove, ha un peso 8 volte maggiore. Ciò lo rende il doppio più denso rispetto alla Terra.

Questa caratteristica non solo è inusuale, ma non coincide con quello che sappiamo sulla formazione dei pianeti.

"HD 114082 b è per adesso il gigante gassoso più giovane che conosciamo con una massa e un raggio ben stabiliti." ha affermato Olga Zakhozhay, la principale autrice dello studio. "Rispetto ai modelli attualmente accettati, questo pianeta è da due a tre volte più denso di quello che ci aspetteremmo da un gigante gassoso con soli 15 milioni di anni."

Il modello attuale sulla formazione dei pianeti gassosi è noto come "accrescimento del nucleo" (core accretion). Il materiale presente nel disco protoplanetario intorno alla stella si accumula, formando un nucleo roccioso, che attrae i gas che poi porteranno alla nascita del gigante gassoso. Questo processo genera calore e viene perciò chiamato "hot start".

Esistono altri modelli che invece non generano calore. Per esempio, nel modello "cold start", il materiale gassoso intorno alla stella si raffredda e si contrae. Una volta raggiunta la densità critica, collassa su se stesso, formando il pianeta. Un giovane pianeta freddo sarebbe più denso di uno caldo.

"È ancora troppo presto per abbandonare l'idea dell'hot start." ha spiegato il coautore Ralf Launhardt. "Tutto ciò che possiamo dire è che non comprendiamo appieno la formazione dei giganti gassosi."

Nell'attesa di scoprire di più sulla formazione di questo gigante gassoso, sapevate che esistono degli esopianeti dai climi assurdi? L'atmosfera di WASP-39 b è stata recentemente analizzata dal telescopio James Webb, rivelandone le caratteristiche nel dettaglio (un nuovo primato per il James Webb Space Telescope).

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
3