Scoperta la probabile temperatura corporea dei grandi dinosauri

Scoperta la probabile temperatura corporea dei grandi dinosauri
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Un team di ricerca è forse riuscito a dare una risposta ad una domanda ben precisa sulla fisiologia dei dinosauri: erano a sangue caldo o a sangue freddo? Qual era la loro temperatura corporea?

Le ossa dei dinosauri possono dirci molto sulla vita di queste imponenti creature che, prima di noi, hanno abitato il pianeta. Tuttavia, nonostante le ossa possano darci molte informazioni se si sa cosa cercare e come cercarlo, ancora oggi paleontologi non riescono a rispondere a due importanti domande riguardanti la fisiologia di queste creature: erano creature a sangue caldo o a sangue freddo? E la loro temperatura corporea quanto misurava? Forse un gruppo di ricerca dell’Istituto di Scienze della terra dell’Università Ebraica di Gerusalemme è riuscito a rispondere a queste domande attraverso uno studio pubblicato sulla rivista Sciences Advances.

Per misurare la temperatura dei dinosauri partendo dai loro resti, il team di ricerca ha messo a punto una nuova tecnica chiamata geochimica isotopica aggregata. Questa tecnica passa in rassegna i legami chimici tra isotopi pesanti nelle sostanze minerali di un composto ben preciso che si trova nella uova di dinosauri: il carbonato di calcio. Attraverso lo studio di questi legami è possibile risalire alla temperatura con la quale si sono formati e, quindi, alla temperatura che aveva il dinosauro quando si è formato l’uovo all'interno del suo organismo. Le uova che sono state analizzate appartenevano a 3 specie di dinosauri diverse e le temperature erano comprese tra 35 e 40°C. Tuttavia sorge spontanea la seconda domanda: erano a sangue freddo, quindi il loro calore corporeo saliva all'aumentare della temperatura ambientale, oppure l’organismo spendeva energia per mantenere costante la temperatura indipendentemente dall'ambiente esterno?

Per rispondere a questa domanda gli scienziati hanno usato la stessa tecnica delle uova su dei gusci ma, questa volta, su gusci di molluschi. La temperatura dei molluschi, infatti, corrisponde a quella atmosferica perché sono creature a sangue freddo. La tecnica ha rivelato che i molluschi avevano una temperatura corporea di 26°C, quindi l’ambiente era molto più freddo rispetto alla temperatura corporea dei dinosauri. Visto che la temperatura dei dinosauri e quella dell’ambiente erano diverse, è probabile che queste creature fossero a sangue caldo e che quindi utilizzassero energia per mantenere alta e costante la loro temperatura corporea.

FONTE: Phys Org
Quanto è interessante?
4