Alla scoperta dell'Uro, l'erbivoro più grande dell'epoca e l'antenato di tutti i bovini

Alla scoperta dell'Uro, l'erbivoro più grande dell'epoca e l'antenato di tutti i bovini
di

Sul nostro pianeta sono esistite davvero tante creature, ma una essenziale - almeno secondo gli esperti - è stata l'Uro (Bos taurus primigenius), da cui discendono tutti i bovini attuali. L'Uro era un grande bovino esistente in Europa, Nord America e Asia che ha plasmato l'ecosistema per 2 milioni di anni ed è vissuto in alcune zone fino al 1627.

Questa era una delle più grandi creature erbivore, se non la più grande, in circolazione e aveva un peso di 1.500 chilogrammi, mentre la loro altezza era simile a quella di un uomo moderno (erano alti all'incirca 1,80 metri). Le loro corna erano molto grandi, con un diametro fino a 20 cm e con 80 cm di lunghezza (qual è la creatura più grande mai vissuta sulla Terra?).

Gli Uri erano animali molto aggressivi ed erano pronti a combattere in caso di pericolo. All'epoca, per gli umani uccidere un Uro era un atto di grande coraggio. Tra i membri della stessa specie i combattimenti erano all'ordine del giorno, soprattutto durante la stagione degli amori, dove gli esponenti del branco si scontravano in combattimenti mortali (a proposito, ecco perché gli agricoltori del passato preferivano i bovini).

Soltanto i vitellini erano in pericolo dai predatori (come tigri, leoni, iene e lupi), mentre gli adulti non temevano nulla. La loro resilienza li rendeva adatti a moltissimi habitat in Europa, e vivevano in foreste, paludi, montagne e steppe ghiacciate; proprio per questo motivo potevano essere trovati ovunque sulla Terra (fossili sono stati recuperati perfino in India, Cina, Giappone e Corea).

L'animale veniva anche utilizzato come sacrificio religioso ma, nel corso dei secoli, iniziò a diventare sempre più raro e divenne preda soltanto di "cacce speciali" da parte di re e imperatori. In tempi ancor più remoti, gli Uri furono essenziali per l'ambiente, poiché per migliaia di anni hanno brucato e pascolato le terre europee, impedendo che i diversi paesaggi diventassero foreste, mentre il loro letame aiutò a facilitare il germoglio delle piante.

L'Uro è anche noto per aver aiutato gli esseri umani in diversi modi: la loro domesticazione era fondamentale nello sviluppo agricolo di alcune civiltà, mentre in India veniva utilizzato per produrre latticini, carne e cuoio. A causa di questo sfruttamento, la creatura iniziò ben presto a scomparire e sopravvisse più a lungo nella Moldavia rumena e in Bulgaria intorno a Sofia fino al XVI e XVII secolo.

Quanto è interessante?
2
Alla scoperta dell'Uro, l'erbivoro più grande dell'epoca e l'antenato di tutti i bovini