Scoperta una zanna di Mammut a 3.000 metri di profondità nell'Oceano

Scoperta una zanna di Mammut a 3.000 metri di profondità nell'Oceano
di

Cosa ci fa una zanna di Mammut a 3.000 metri di profondità nell'Oceano Pacifico? É quello che si sono chiesti anche il biologo marino Steven Haddock e il pilota del ROV - un veicolo sottomarino a comando remoto - Randy Prickett. La scoperta risale al 2019 e sicuramente è stata davvero inaspettata.

"In queste zone troviamo molti animali incredibili che la gente non crederebbe esistano sulla Terra", ha dichiarato Haddock a Gizmodo. "Trovare questa zanna di mammut, così profonda e così lontana dalla riva, è stata di gran lunga la cosa più improbabile che abbia mai sperimentato". Sicuramente una scoperta davvero curiosa. A proposito, sapete che un'azienda sta lavorando per far rivivere il mammut?

La zanna è stata portata alla luce durante l'esplorazione di una montagna sottomarina. Sono state le condizioni estremamente inabitabili, come una temperatura media di circa 3,5 gradi Celsius e una pressione di circa 15.000 psi, a mantenere il reperto archeologico in "salute" per tutto questo tempo.

"Altri mammut sono stati recuperati dall'oceano, ma generalmente non da profondità superiori a poche decine di metri", ha dichiarato il paleontologo dell'Università del Michigan Daniel Fisher. Inizialmente i due esperti hanno raccolto soltanto un piccolo campione della scoperta, per poi tornare indietro e recuperare il tutto nel luglio 2021.

La zanna proveniva da un mammut colombiano (Mammuthus columbi) che viveva negli Stati Uniti e nel Messico (ecco, inoltre, dove si trova l'esemplare di Mammut meglio conversato).

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
5
Scoperta una zanna di Mammut a 3.000 metri di profondità nell'Oceano