Scoperte delle colonie nascoste di pinguini imperatori grazie ai satelliti... e alle feci

Scoperte delle colonie nascoste di pinguini imperatori grazie ai satelliti... e alle feci
di

Grazie ai dati satellitari, gli scienziati hanno identificato diverse colonie precedentemente sconosciuto di pinguini imperatore che vivono e si riproducono nel continente in Antartide. Come? Grazie ai loro escrementi. Sì, avete letto bene.

In totale, adesso conosciamo 61 attuali luoghi di riproduzione per il più grande pinguino sulla Terra (Aptenodytes forsteri), con un aumento del 20% rispetto a prima. Otto comunità completamente nuove sono state trovate in alcune delle parti più remote e inaccessibili del continente ghiacciato e altre tre colonie precedentemente identificate sul terreno sono state confermate dallo spazio.

La maggior parte delle nuove colonie è già così piccola che gli scienziati avevano bisogno di più immagini dall'alto ad alta risoluzione per assicurarsi che le loro macchie di guano, o escrementi, fossero effettivamente lì. Alla fine, il loro numero ha aumentato la popolazione complessiva di pinguini imperatori "solo" dal 5 al 10%.

Le colonie sono state costrette a trasferirsi margini dei loro terreni di riproduzione, che sono altamente vulnerabili ai cambiamenti climatici. Continuando con queste tendenze, si prevede che ognuna di queste colonie appena identificate si estinguerà o arriverà all'orlo dell'estinzione entro la fine del secolo.

"Mentre è una buona notizia la scoperta di queste colonie, i siti di riproduzione sono tutti in luoghi in cui recenti proiezioni di modelli suggeriscono che gli imperatori diminuiranno", afferma il biologo Phil Trathan del British Antarctic Survey (BAS). La dimensione delle comunità di pinguini ha un impatto diretto sulla loro sopravvivenza: queste creature si stringono l'uno intorno all'altro per combattere il vento e il freddo. Quindi più piccole diventano le loro colonie, più sono a rischio, specialmente durante l'incubazione delle uova quando le temperature possono scendere sotto i 40 gradi Celsius.

L'anno scorso, uno studio su tutti i pinguini imperatori conosciuti prevedeva che l'80% delle colonie si sarebbe ridotto di oltre il 90% entro la fine del secolo. Ora che sappiamo che ci sono più pinguini in luoghi vulnerabili, il futuro di questa specie appare ancora peggiore.

Quanto è interessante?
2
Scoperte delle colonie nascoste di pinguini imperatori grazie ai satelliti... e alle feci