Scoperti i resti di 200 esemplari di Mammut durante i lavori di un aeroporto

Scoperti i resti di 200 esemplari di Mammut durante i lavori di un aeroporto
di

Durante i lavori e gli scavi per la costruzione di un nuovo aeroporto, in Messico, sono state trovate le ossa di almeno 200 esemplari di Mammut.

I lavori per la costruzione del nuovo aeroporto, a nord di Città del Messico, hanno portato ad una scoperta, forse, senza precedenti. Sotto il suolo del sito di costruzione sono state, infatti, trovate tantissime ossa appartenenti ad almeno 200 esemplari di Mammut. I Mammut colombiani erano leggermente diversi rispetto a quelli europei perché meno pelosi. Riuscivano a raggiungere un’altezza di circa 4,3 metri ed avevano una vita estremamente lunga, fino a 70-80 anni ma, come per la controparte europea, anche loro si sono estinti 13-10000 anni fa forse a causa dei cambiamenti climatici o per mano dell’uomo, o per entrambi questi fattori.

La scoperta di tutte queste ossa è avvenuta grazie all'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico che, precedentemente, ha scoperto una trappola per mammut, costruita dall'uomo, a circa 20 km di distanza dal sito dell’aeroporto. All'interno di questa trappola, una fossa scavata dai primi esseri umani, sono state rinvenuti almeno 14 scheletri. La maggior parte delle ossa, però, è stata rinvenuta nel sito di costruzione che, in passato, doveva essere un antico lago. Probabilmente i Mammut sono morti nel lago perché rimasti impantanati nel fango che ne ha poi sommerso i resti, conservandoli fino ai giorni nostri. Tuttavia gli scienziati optano anche per una seconda ipotesi: tutti questi individui sono stati attirati nel lago, quindi in trappola nel pantano, dai nostri antenati umani, magari durante una battuta di caccia.

Se fosse vero questo potrebbe voler significare che i nostri antenati riuscivano a cacciare con successo tantissimi individui in una volta sola. Eppure le ossa di questi animali non presentano tracce o prove che essi siano stati macellati. Intorno all'area della trappola sono stati trovati utensili in osso di mammut ma, anche in questo caso, non sembra ci siano prove che questi oggetti siano stati creati usando le ossa ritrovate nell'antico lago. Ulteriori studi sono quindi necessari per capire, senza ombra di dubbio, se furono i nostri antichi antenati ad attirare in trappola tutti questi individui e se hanno utilizzato la loro carne per sfamarsi e le loro ossa per costruire strumenti.

Quanto è interessante?
2