Scoperto DNA dell'Homo di Denisova in popolazioni moderne: è la quantità più alta al mondo

Scoperto DNA dell'Homo di Denisova in popolazioni moderne: è la quantità più alta al mondo
di

Uno studio genetico ha riscontrato un’alta percentuale di DNA dell’antico Homo di Denisova in un gruppo etnico filippino, gli Ayta Magbukon. Si tratta della quantità più alta al mondo. Ciò potrebbe essere la prova che questa antica specie di ominidi, in tempi antichi, si sia incrociata con gli esseri umani moderni.

Secondo i ricercatori, questa nuova popolazione sembra aver superato i precedenti “detentori del record”, ovvero gli abitanti della Papua Nuova Guinea, che avevano il più alto quantitativo di Dna dell'antica specie umana.

Maximilian Larena, ricercatore dell'Università di Uppsala, ha dichiarato “Se teniamo conto e nascondiamo l'ascendenza correlata all'Asia orientale nei negriti filippini, la loro discendenza denisoviana può essere fino al 46 percento maggiore di quella degli australiani e dei papuani".

I ricercatori hanno analizzato oltre due milioni di genotitpi, riferiti a svariati gruppi etnici delle filippine, riscontrando che gli Ayta Magbukon possiedono il più alto livello di lignaggio denisova al mondo. Queste rivelazioni permettono anche di ipotizzare che, in tempi antichi, l’area delle filippine fosse abitata dall'antica specie dell'Homo di Denisova, prima che gli uomini moderni arrivassero. Una volta giunti nella zona, però, queste due specie hanno cominciato ad incrociarsi.

Questo studio si configura, quindi, come una prova della storia di questa specie umana, che l'ha vista intrecciarsi agli umani moderni nelle regioni asiatiche bagnate dal Pacifico, nelle cui isole gruppi di denisova si sono mescolati alle popolazioni asiatico-oceaniche.

In merito a queste conclusioni, il ricercatore Mattias Jakobsson , ipotizzando che questi incroci abbiano mutato la variabilità delle tracce denisoviane nel corredo genetico delle popolazioni filippine, ha affermato che "Nell'isola del sud-est asiatico, i negriti filippini in seguito si sono mescolati con i migranti dell'Asia orientale che possiedono pochi antenati denisoviani, che successivamente hanno diluito i loro antenati arcaici. Tuttavia, alcuni gruppi, come gli Ayta Magbukon, si sono mescolati minimamente con i migranti in arrivo più recenti. Per questo motivo, gli Ayta Magbukon mantennero la maggior parte dei loro tratti arcaici ereditati e furono lasciati con il più alto livello di ascendenza denisovana nel mondo".

Il gruppo di ricerca è intenzionato a sequenziare ulteriori genomi per comprendere in che modo queste commistioni possano aver influenzato le caratteristiche dell’uomo moderno, soprattutto nel corso del suo adattamento come specie dominante.

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
6