Scoperto un nuovo organo vicino al nostro cranio? Forse delle nuove ghiandole salivari

Scoperto un nuovo organo vicino al nostro cranio? Forse delle nuove ghiandole salivari
di

Tra le varie scoperte anatomiche recenti, questa è di sicuro una tra le più interessanti, nonché tra le più bizzarre: stando a quanto riferito nell’ultima ricerca medica, un nuovo gruppo di ghiandole salivari maggiori si nasconderebbe alla base del nostro cranio, vicino la rinofaringe.

Le ghiandole salivari principali sono tre e sono rappresentate dalla Parotide, dalla Sottomandibolare e dalla Sottolinguale. Sono responsabili della produzione di saliva nella nostra bocca, fondamentale per ingerire meglio i cibi e veicolarli nei tratti digerenti. A quanto pare però una quarta sezione ghiandolare potrebbe esser stata scovata per caso da alcuni medici dei Paesi Bassi, che stavano esaminando i pazienti con cancro alla prostata con un tipo avanzato di tomografia a emissione di positroni chiamata "PSMA PET/CT".

La cosa più incredibile non è solo aver trovato un possibile organo aggiuntivo adibito alla produzione salivare, ma che sia stato “nascosto” per tutto questo tempo in un posto che sostanzialmente è analizzato piuttosto frequentemente. Vi sono oltre mille micro-ghiandole sparse per tutta la mucosa rinofaringea, ma la grandezza delle ultime arrivate è sorprendente, e non lascia molto dubbi su cosa possano essere.

La nuova scoperta, fatta dal team capitanato dal chirurgo Matthijs Valstar dell'Università di Amsterdam, è molto ampia e mostra quella che sembra essere una coppia di ghiandole - apparentemente la quarta serie di ghiandole salivari principali - situate dietro il naso e sopra il palato, vicino al centro della testa umana. Si è proposto di chiamarle “Ghiandole Tubariche”. Lo studio è stato pubblicato sia su ScienceDirect, sia su Radiotherapy & Oncology.

Secondo gli esperti, le nuove ghiandole sono rimaste nascoste fin ad ora a causa della loro difficile accessibilità – endoscopicamente parlando – e anche perché fin ad ora non era mai stata usata una scansione tomografica di alto livello come la PSMA. Serviranno ulteriori dati e ricerche per convalidare la scoperta, ma i medici si dicono fiduciosi dei loro dati.

Ora, però, sorge un dilemma: questo nuovo organo potrebbe essere molto sensibile alla radiazione (come le sue sorelle già note), mettendo a rischio soprattutto i pazienti sotto un ciclo di radioterapia, creando complicanze quali alterazioni genetiche e/o casi tumorali. Lo studio, insomma, si rivelerà utile anche per l’oncologia, offrendo un altro obiettivo da evitare durante i trattamenti con radiazioni per i pazienti con cancro, poiché le ghiandole salivari sono altamente suscettibili ai danni causati dal terapia.

Di recente, rimanendo in ambito medico, abbiamo scoperto che i biberon possono contaminare i liquidi con milioni di micro particelle di plastica.

Quanto è interessante?
2
Scoperto un nuovo organo vicino al nostro cranio? Forse delle nuove ghiandole salivari