Scoperto uno strano fossile: è il più antico predatore mai trovato

Scoperto uno strano fossile: è il più antico predatore mai trovato
di

Uno studio condotto dalla British Geological Society ha rinvenuto il fossile del più antico animale predatore conosciuto fino a questo momento. Ecco le sue caratteristiche.

Dopo aver visto il fossile uscito da un romanzo fantasy, uno studio pubblicato sulla rivista Nature Ecology & Evolution ha scoperto un fossile vissuto 560 milioni di anni fa nella foresta di Charnwood, vicino a Leicester . A quanto pare sembrerebbe trattarsi di un lontano parente di coralli e meduse.

Presentava una lunghezza di circa 20 centimetri ed è stato definito dagli studiosi Auroralumina Attenboroughii ('Auroralumina' in latino significa 'lanterna dell'alba') per il suo particolare aspetto molto simile ad una torcia accesa.

Il paleontologo Frankie Dunn del museo di storia naturale dell'università di Oxford ha affermato che non esiste alcun altro fossile risalente a quel periodo con il quale assomiglia. La maggior parte degli altri fossili ha infatti una struttura corporea non riconducibile a quella degli animali viventi. Questo, tuttavia, presenta uno scheletro con tentacoli fitti utilizzati per catturare del cibo così come fanno ancora oggi i coralli.

Inoltre, le dimensioni dei fossili rinvenuti lasciano presupporre che il ciclo vitale dell'animale fosse privo dello stadio di medusa ovvero della capacità di nuotare liberamente. Il predatore probabilmente era quindi un animale sempre fermo proprio come gli attuali anemoni di mare, che hanno un legame con gli essere umani.

FONTE: nature
Quanto è interessante?
3